Seguici su

Bologna

L’Under 15 conquista il secondo posto: il racconto della cavalcata

Il Bologna Under 15 batte il Napoli e termina la stagione regolare al secondo posto. Con il risultato di oggi i Giovanissimi rossoblù si regalano la possibilità di competere per lo Scudetto.

Pubblicato

il

Bologna FC
L'esultanza dell'Under 15 ( © Bologna F.C.)

Il Bologna Under 15 con il risultato di oggi contro il Napoli si assicura la seconda posizione nel Girone A che vale un posto, già certo da tempo, nella Fase Finale del campionato nazionale. Un altro successo del settore giovanile rossoblù che, ininterrottamente dalla stagione 2018/19 (escluse le due annate influenzate dal Covid) centra l’accesso agli Ottavi di finale Scudetto di categoria. Andiamo a riscoprire i momenti cardine della cavalcata che hanno condotto i Giovanissimi rossoblù per arrivare a questo straordinario secondo posto.

Regolamento

Con il secondo posto conquistato il Bologna Under 15 si prepara alla fase finale del campionato. La formazione rossoblù, ottenuto il secondo piazzamento nel Girone A, comincia il suo percorso nella fase ad eliminazione diretta, articolata in gare di andata e ritorno, dagli ottavi fino alla finale Scudetto in gara secca in campo neutro.

Il percorso

Il Bologna, in questa stagione, ha dimostrato fin dall’inizio di poter competere per grandi obiettivi. Il girone d’andata è stato poco meno di una marcia trionfale. Nelle prime tredici gare, fino al giro di boa, i felsinei hanno conquistato la bellezza di 28 punti, frutto di uno score invidiabile di dieci vittorie, un pareggio e due sconfitte. Peraltro, va precisato che le due sconfitte sono arrivate rispettivamente alla 2a giornata, contro il Torino, e alla 3a giornata, contro il Modena. Da lì in avanti il Bologna non si è praticamente più fermato: filotto di 14 risultati utili consecutivi, dodici vittorie e due soli pareggi, fra la 4a e la e la 18a giornata. Questa serie incredibile ha permesso alla squadra di Mazzanti di fare grande incetta di punti e, perciò, di potersi permettere un fisiologico calo di tensione nella seconda metà del campionato. Il momento di appannamento è sopraggiunto nella fase della stagione appena precedente al rush finale: tra il 18o e il 22o turno, infatti, i rossoblù hanno conquistato appena 3 punti in quattro partite; la frenata non ha comunque compromesso il finale di campionato che ha visto il Bologna risollevarsi e conquistare l’ambito secondo piazzamento.

Tre partite chiave 

Il cammino dell’Under 15 in questo campionato ha vissuto sicuramente più di luci che di ombre. Ogni buon allenatore vi dirà che il percorso è lungo e che in tutte le partite ci sono in palio tre punti. Ma è evidente che nell’arco narrativo di una stagione ci sono delle gare che hanno un peso specifico maggiore di altre. E nel percorso del Bologna, quest’anno, ci sono state tre partite che hanno segnato più di altre il destino della squadra.

11a giornata: Juventus-Bologna 1-2

Siamo nel pieno del filotto di risultati. Bologna e Juventus sono appaiate a 24 punti, quando i rossoblù fanno visita ai bianconeri, la squadra piemontese non ha ancora perso una partita e sembra l’indiziata principale per la vetta della classifica. Ma la squadra di Mazzanti non ci sta e mette in campo una prestazione di livello. Paonessa porta in vantaggio la Juve nel primo tempo, ma nella ripresa il Bologna reagisce e, prima pareggia con Passanisi, poi con Chiapparini completa la rimonta. A Vinovo finisce 2-1 per i rossoblù che volano in testa alla classifica, vincendo l’ottava partita consecutiva.

17a giornata: Bologna-Cremonese 3-2

Il Bologna conquista la dodicesima vittoria in tredici partite, ma lo fa al termine di un incontro spettacolare e tiratissimo contro la Cremonese. I rossoblù, come detto, sono nel momento di forma più smagliante della loro stagione. 37 punti in classifica e prima posizione consolidata. Dall’altra parte c’è la Cremonese, 25 punti in classifica e in piena lotta playoff. La distanza tra le squadre potrebbe lasciar presagire un pomeriggio sereno per i ragazzi di Mazzanti, ma così non è. 

Finisce 3-2, ma la rimonta nel finale, più del risultato in sé, testimonia il carattere della squadra e della voglia di questi ragazzi di andare sempre a fare risultato.

23a giornata: Sampdoria-Bologna 1-2

Dopo una serie straordinaria di risultati è assolutamente normale che una squadra possa allentare la tensione. All’Under 15 è successo, come precedentemente accennato, tra il 18o e il 22o turno. Tre punti appena raccolti in quattro partite e qualche difficoltà sopraggiunta. Ciò che è più difficile, in una situazione del genere, è rimettere la testa fuori dall’acqua e ripartire. Il Bologna ha fatto questa operazione contro la Sampdoria. Dopo quattro gare senza vincere i rossoblù hanno riassaporato il dolce aroma del successo. A Bogliasco finisce 2-1 per i felsinei e il trascinatore è sempre lui: Kevin Fustini

I protagonisti

Che il calcio sia un gioco di squadra non lo scopriamo certo oggi. Ma è ragionevole pensare che nell’economia di un campionato intero ci siano delle personalità che, più di altre, trascinino una formazione fuori dal pantano della mediocrità e che possano spingere anche i compagni a gettare il cuore oltre l’ostacolo. Ne abbiamo identificati tre di questi personaggi nel romanzo stagionale dell’Under 15. Nel frattempo la Nazionale Under 15 di mister Battisti si prepara al prossimo impegno, con la lista dei convocati ancora da diramare i giovani rossoblù sperano nella chiamata per il Torneo delle Nazioni in programma dal 25 aprile al 1 maggio.

Kevin Fustini

Il principale indiziato non può che essere lui: Kevin Fustini. Punta centrale e capocannoniere del campionato. Le origini dicono Italia da parte di padre e Colombia da parte di madre. Ma la vocazione sembra già chiara: Fustini ha dimostrato di essere un centravanti molto interessante. A segno 22 volte quest’anno: nel suo campionato i principali turning point sono stati la doppietta al Genoa capolista e la tripletta in casa della Cremonese. Una stagione da incorniciare, tanto da valergli varie chiamate in azzurro: fino ad oggi ha messo insieme 7 presenze con la nazionale Under 15, 5 da titolare e 2 da subentrato. Tra queste ci sono le doppie amichevoli con Polonia e Slovenia. Contro i polacchi ha segnato un gol, mentre ha fornito un assist nel 4-4 contro gli sloveni e uno nell’amichevole del 20 febbraio sempre contro la formazione polacca. Infine, è andato a segno anche nel Torneo di Sviluppo UEFA tenutosi in Portogallo nel match perso 4-2 contro gli Stati Uniti il 2 dicembre.  

Mohamed Force Toure

Altro prospetto interessante è sicuramente Toure. Classe 2009, già al secondo anno di Under 15. La stagione precedente aveva trovato spazio nonostante fosse sotto età, mentre quest’anno si è dimostrato un cardine della squadra di Mazzanti. Terzino sinistro di buona mobilità, già chiamato 4 volte da mister Battisti per le doppie amichevoli, contro Polonia e Spagna, dell’Italia Under 15. In questi incontri è partito titolare due volte e subentrato una. Mentre nella prima amichevole contro la Polonia è rimasto in panchina.

Davide Eugenio Giannelli: un esempio di forza mentale

Per fare strada nel calcio non bastano le doti tecniche, atletiche o tattiche. C’è un aspetto, spesso sottovalutato nelle giovani promesse, che fa davvero la differenza tra chi può arrivare in alto e chi rischia di fermarsi prima: la forza mentale. Fin da giovanissimi questi calciatori sono chiamati ad un impegno psicologico, prima che fisico, molto serio. E Davide Giannelli, intervistato ai microfoni di BFC Week lo scorso 20 marzo ha lasciato trapelare dalle sue dichiarazioni un grande voglia di emergere, sommata ad una grande serietà. Per un giocatore al primo anno al Bologna questo è tutto fuorché scontato. Alla domanda relativa alla sua vita da “pendolare” tra Bologna e Ravenna, sua città d’origine, ha risposto con grande maturità: «È difficile, ma so che per giocare è necessario, quindi questo è uno stimolo in più e va fatto. Questi sacrifici vengono ripagati dalle vittorie che stiamo ottenendo in campionato».

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *