Seguici su

Bologna

Napoli – Bologna: le parole di Filippo Inzaghi nel post partita

Pubblicato

il


Che diceva Murphy? Se una cosa può andare storta, andrà storta, e il Bologna è proprio in quell’oscuro periodo.  Si dice che nel calcio la fortuna non esista ma, di sicuro, la sfiga ci vede benissimo. Il Napoli soffre, soffre tantissimo il pressing rossoblù, ma ritrova la vittoria battendoli 3-2. Azzurri per due volte in vantaggio con una doppietta di Milik, la squadra di Inzaghi pareggia prima con Santander e poi con Danilo. A tre minuti dalla fine Mertens segna il gol decisivo con un gran destro da fuori area. Ancelotti torna a -9 dalla Juventus. Una sfida tra arrabbiate quindi, dall’umore, in ogni caso, diametralmente opposto: il Napoli cercava di accorciare sulla Juve, sfruttando il calore del proprio pubblico, il Bologna provava a limitare i danni di una classifica spaventosa. Il Bologna non porta a casa niente, ma gli rimarrà la consapevolezza che se continuerà a giocare così in serie A ci rimarrà.  

 

Mister Filippo Inzaghi ha commentato così il match contro il Napoli: “Questo è la reazione che io cercavo da agosto. Resta un grandissimo rammarico perché la squadra ha giocato una partita incredibile, anche se siamo qui a parlare di una sconfitta. Venire a Napoli col 44% di possesso palla, tirare 10 volte verso la porta con 2 gol, dimostrare così di essere una squadra vera e non portar a casa punti fa male: ma io non posso guardare solo al risultato ma anche a quanto il Bologna ha fatto vedere sotto il profilo del coraggio e della prestazione. Guardare la classifica mi rende triste, sono deluso per la nostra posizione ma il Bologna di oggi l’avete visto tutti, scendere in campo in questo modo contro le squadre alla nostra portata ci permetterà di raggiungere i nostri obiettivi. Mi dispiace per il tiro di Mertens che ci ha stroncato l’entusiasmo. Se il Bologna ha questo spirito, questa voglia e questa carica non avrà problemi a tirarsi fuori da questo periodo. Se continueremo a giocare così sicuramente vinceremo anche gli scontri diretti. Palacio è rimasto in campo per 90 minuti e sta dimostrando di essere un leader con queste prestazioni: i ragazzi vedono in lui un esempio da seguire. Nell’anno nuovo cercherò di farlo riposare un po’ di più ma in questo momento è imprescindibile, un giocatore fondamentale per il raggiungimento della salvezza. Questo è un campionato davvero competitivo, molte squadre di bassa classifica a volte vincono con quelle di alta. Mi dispiace che ci sia la pausa proprio ora che la squadra ha imboccato la strada giusta della motivazione e della carica. Quando ricominceremo troveremo squadre alla nostra portata e se i ragazzi scenderanno in campo con la stessa carica non avremo problemi a fare la partita, come questa sera. Con Carlo ci siamo salutati e lo ringrazio per aver parlato bene della mia squadra. Mi ha detto di continuare su questa strada perché anche lui ha notato che i rossoblu sono in crescita e le cose si sistemeranno con il lavoro. Con la società sto parlando da diversi giorni di calciatori, rinforzi e calciomercato. Non so quali siano le loro intenzioni future, ma stiamo pensando insieme a delle soluzioni per aiutare Bologna a riprendersi ciò che merita. Oggi più che mai io ci credo. Dalla prossima partita mi aspetto la squadra di sta sera, non ammetto più un passo indietro.”

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *