Seguici su

Bologna

Oussama mania: l’idolo dei tifosi e risorsa di Thiago (Stadio)

El Azzouzi è stato decisivo nella sfida contro la Roma, segnando un gol in acrobazia e fornendo l’assist per il gol del 0-2 di Zirkzee

Pubblicato

il

fonte immagine: Bologna FC
El Azzouzi esulta con Fabbian e Zirkzee (© Bologna Fc 1909)

Oussama El Azzouzi ci ha preso gusto: segnare gol importanti, contro le due squadre romane, sempre nello stesso stadio non capita tutti i giorni, no? Il giovane centrocampista marocchino, nonostante i pochi minuti concessi da mister Motta, ha saputo farsi trovare pronto anche in occasione di un match delicato come quello di Roma. E i tifosi questo lo sanno, lo notano e lo ammirano: il coro per lui è spopolato sui social e lunedì notte a Casteldebole, la squadra è stat investita dall’affetto di una miriade di tifosi che hanno immediatamente intonato il coro per Oussama.

Pochi minuti ma tanta sostanza

Solamente 13 presenze in campionato su 33 gare disputate, con 372 minuti giocati. La titolarità l’ha conquistata solamente in 3 occasioni: all’andata contro il Monza e all’Olimpico contro le due romane, quando è andato a segno. I restanti minuti giocati sono scampoli di partita, oltre ai 36 minuti giocati contro l’Empoli (in casa) e i 23 con il Lecce. Questo cosa vuol dire? Sicuramente indica la grande professionalità di Oussama, sempre pronto a garantire prestazioni importanti: assist (di cui uno contro la Roma per Zirkzee) e un’impressionante precisione nei passaggi, circa 90% su 284 effettuati.

El Azzouzi: l’attaccante mascherato

Così come Fabbian, anche El Azzouzi si conferma un giocatore in grado di proporsi costantemente in area di rigore, svolgendo il ruolo di attaccante aggiunto. La prima rete segnata, contro la Lazio, è arrivata grazie al “predator instinct”: Provedel sbaglia sbaglia e il centrocampista rossoblù insacca, dopo essersi precipitato sul pallone come un falco.

Il gol con la Roma, invece, è un vero e proprio capolavoro. La semirovesciata col destro, sul palo più lontano, non ha lasciato scampo a Svilar e ha ammutolito i 64.000 tifosi giallorossi. dDavanti ad un gesto atletico di tale bellezza non si può far altro che applaudire e strabuzzare gli occhi.

Pronto per l’ultimo scatto

La forma fisica di El Azzouzi è invidiabile o semplicemente perfetta per queste ultime fondamentali partite. Chissà che Thiago, alla luce dell’ottima prestazione sfoderata a Roma, non decida di schierarlo nuovamente da titolare. La trasferta di Torino potrebbe rappresentare un’altra ghiotta occasione per Oussama.

Fonte: Stadio, Matteo Fogacci

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *