Seguici su

Bologna

Prime questioni per Italiano: dal ritiro ai Giochi Olimpici di Castro

Il nuovo tecnico del Bologna sta già pensando alla prossima stagione: uno dei primi dubbi riguarda la convocazione di Castro per le Olimpiadi

Pubblicato

il

Nemmeno il tempo di arrivare che iniziano subito i primi dubbi per Vincenzo Italiano. Se infatti il nuovo tecnico rossoblù è atteso oggi alle 11 al Dall’Ara per la sua prima conferenza stampa di presentazione, su altri fonti il mister lavora con il proprio staff per organizzare l’avvio della nuova stagione.

Dal ritiro alla presenza di Santiago Castro alle Olimpiadi, fino al complesso tema del calciomercato: sono questi i prossimi impegni sull’agenda dell’allenatore. In tutto questo però Vincenzo non sarà mai lasciato solo: Saputo e la dirigenza del Bologna sono pronti a sostenere il mister nei suoi primi passi dentro il mondo felsineo.

Il ritiro a Valles

Tra qualche giorno i collaboratori di Italiano partiranno per il Trentino Alto Adige, più precisamente con destinazione Valles. La località della Val Pusteria infatti così come l’anno scorso accoglierà il Bologna nel suo ritiro di quest’estate. Italiano vuole assicurarsi delle attrezzature e dei campi messi a disposizione per gli allenamenti, mentre la società inizierà a preparare il solito saluto di fine ritiro della squadra.
Inoltre, il club ha intenzione di tornare in Olanda per riorganizzare un paio di amichevoli in vista dell’avvio della stagione, sempre però dopo aver ascoltato l’opinione del mister.

Castro e i Giochi Olimpici

Per quanto riguarda Santiago Castro invece la questione è più complicata. Se l’attaccante del Bologna venisse convocato dall’Argentina per le Olimpiadi di Parigi e la sua nazionale arrivasse in fondo alla competizione, il classe 2004 salterebbe sia la preparazione coi felsinei che l’inizio del campionato. Una storia già sentita questa per Santiago, dal momento che ancora prima del suo approdo sotto le Due Torri era emerso un problema simile con il Preolimpico dell’Under 23 albiceleste allenata da Mascherano.

Lo stesso giocatore in settimana ha parlato ai media argentini di questo argomento complicato: «Non ho ancora sentito il Bologna per il permesso per i Giochi Olimpici. C’è un nuovo allenatore, un precampionato e tre competizioni, dobbiamo parlarne». Spetterà quindi ad Italiano e alla dirigenza decidere del futuro di Castro, anche se il ragazzo ha fatto capire che accetterà qualsiasi decisione prenderà il club: «L’obbiettivo attuale è quello di partecipare ai Giochi Olimpici, ma se non è il momento giusto, l’obbiettivo diventa tornare al club, lavorare al cento per cento per avere più minuti in campo e disputare la Champions League».

Fonte: Dario Cervellati, Stadio

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv