Seguici su

Bologna

Thiago Motta e Saputo, oggi l’incontro: poche speranze, la verità dopo Genoa

Dopo la festa di ieri, oggi Thiago Motta e Joey Saputo parleranno del futuro, con le speranze del Bologna che diventano sempre meno

Pubblicato

il

Thiago Motta (© Damiano Fiorentini)
Thiago Motta (© Damiano Fiorentini)

Una festa, quella vissuta ieri sera a Bologna, che non si dimenticherà troppo facilmente. Una parata conclusa nel tripudio di Piazza Maggiore, immagini che, per i protagonisti, rimarranno indelebili. Ma oggi è un altro giorno, e soprattutto, è il giorno probabilmente decisivo: con ancora una città festante, Thiago Motta e Joey Saputo si incontreranno in giornata, per decidere il proprio futuro e quello del Bologna, se ancora insieme oppure separati. Tutto, o quasi, porta alla seconda opzione: il tempo della verità sta per arrivare.

Thiago Motta, il protagonista meno “protagonista”

Alla fine è stato strabordante l’amore che Bologna ha riservato ai suoi beniamini nella serata di ieri: per tutti, nessuno escluso. Anche per Thiago Motta. Il mister Rossoblù, al centro di mille voci e di mille commenti, ha voluto lasciare spazio totale ai suoi ragazzi, rimanendo quasi a guardare: chissà cosa ha pensato, vedendo tutto questo.

Non parlerà in conferenza stampa prima del match di venerdì l’allenatore italo-brasiliano: la scelta è stata sua, sapeva già quale sarebbe stato l’argomento, non di certo la partita. E forse è giusto così: c’è ancora il Bologna, e un terzo posto a portata di mano, non è finito nulla. Il focus deve rimanere, per qualche giorno, ancora il campo: porta avanti i suoi mantra fino all’ultimo secondo, e questo gli va dato atto. Da sabato, o da venerdì sera, forse sapremo di più.

La strada sembra tracciata

Inevitabile non parlare di ciò che è sulla bocca di tutti: il passaggio, probabile, alla Juventus. Il dolore più grande per molti, soprattutto dopo quest’anno. Il malumore si spreca, non è neanche da dire. Per molti è un tradimento, per altri invece va solo ringraziato e bisogna guardare avanti. Non c’è solo la Juve: anche squadre estere sono interessate all’italo-brasiliano, ma i bianconeri si sono mossi d’anticipo.

Non sarà mai una scelta che unirà il mondo, questo è certo. L’incontro che Thiago Motta avrà oggi con Joey Saputo sembra non lasciare troppo spazio ad altre soluzioni: anche a Casteldebole sembra abbiano capito la situazione, e che le possibilità sono flebili. In ogni caso, la decisione sarà comunicata insieme: Thiago Motta ha dato tanto al Bologna, e il Bologna ha dato tanto a Thiago Motta.

Da Genova in poi, sarà comunque un nuovo Bologna

C’è ancora il Genoa, appunto. C’è ancora una partita per il Bologna e per Thiago Motta. E poi, quello che sarà, sarà. Se le strade si separeranno, si ringrazierà con un filo di malinconia, perché dopo la festa di ieri è impossibile non farlo: una chimica così, è difficile da spezzare. Se invece, alla fine, con un colpo di teatro il finale sarà diverso, nessuno direbbe nulla in contrario.

In ogni caso da dopo Genova sarà una nuova era per il Bologna. Ci si porta dentro quanto fatto, perché queste emozioni fanno parte di chi le ha vissute. Ma dopo Genova bisognerà già guardare avanti, a quello che si prospetta: un’annata da vera grande del calcio, con tre competizioni, con la Champions League, con un amore che non si fermerà mai e che attenderà intrepido tutto questo. Con o senza Thiago Motta, il Bologna andrà avanti, e sarà un gran Bologna.

Fonte – Alessandro Mossini, Corriere di Bologna / Marcello Giordano, Il Resto del Carlino

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *