Seguici su

Motor Valley

Formula 1 | Come sarà la Ferrari SF-24?

Pubblicato

il

x.com Scuderia Ferrari

Charles Leclerc e Carlos Sainz in attesa della nuova SF-24Martedì 13 febbraio sarà il grande giorno della presentazione della nuova Ferrari SF-24. Come sarà l’ultima monoposto del Cavallino Rampante, la prima interamente progettata e costruita sotto la gestione di Fred Vasseur, nonchè l’ultima Ferrari di Carlos Sainz?

SF-24 nuova al 95% ma senza rivoluzioni

Durante l’incontro natalizio con la stampa, Vasseur ha descritto a grandi linee la nuova creatura, annunciando il 95% dei componenti nuovi, senza che ci sia però una vera e propria rivoluzione. I tecnici diretti da Enrico Cardile (telaio), Diego Tondi (aerodinamica) ed Enrico Gualtieri (power unit), coadiuvati dalla super consulenza del sempre utile Rory Byrne, hanno stilato un progetto che per alcune parti dovrebbe essere in discontinuità con il recente passato. Probabilmente le bocche dei radiatori, sulla scia dei competitor, saranno ridotte rispetto all’anno scorso. Il telaio è stato totalmente rivisto e il passo, secondo alcune indiscrezioni, dovrebbe essere di poco più corto rispetto a quello della SF-23. Le fiancate dovrebbero ispirarsi a quelle della Red Bull che, in due stagioni, ha segnato la via su quella parte delle monoposto, con le pance che sembrano essere state riprese da molte delle vetture che sono state presentate finora.

Presentazione senza eccessi

Quest’anno la presentazione della nuova vettura sarà austera rispetto allo scorso anno. La SF-24 verrà svelata solamente online, con il materiale video-fotografico della nuova nata che verrà rilasciato alle ore 12:00. A Fiorano verrà subito svolto lo shakedown di 15 chilometri concesso dal regolamento, al quale seguirà il primo filming day, di ben 200 chilometri. L’attività in pista, contrariamente al 2023, sarà completamente a porte chiuse, anche se è prevedibile la presenza di una nutrita folla di curiosi e appassionati sul ponte di Fiorano.

Di certo ci sarà il colore

Una grande incognita sarà se ciò che verrà mostrato sarà confermato in pista sia nei test, che nelle prime gare. Nell’ultimo periodo tante scuderie hanno utilizzato la presentazione solo per far vedere la nuova livrea e i nuovi sponsor, nascondendo poi la reale auto. Ferrari non ha mai sposato questa filosofia, sebbene naturalmente la SF-24 verrà evoluta nel corso della stagione. Difficilmente vedremo però nei test e in gara in Bahrain una monoposto lontana parente di quella che si vedrà ieri.

Se la SF-24 permetterà a Charles Leclerc e a Sainz di competere per i titoli piloti e costruttori è presto per dirlo. Di certo ci sarà comunque il colore. La SF-24 sarà rossa, probabilmente con qualche inserto bianco e giallo. In mezzo a tante incognite, soprattutto legate al futuro, la conferma del colore rosso è sempre una piacevole certezza.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *