Seguici su

Motor Valley

MotoGP Australia, gara | Finalmente Zarco! Tripletta Ducati, Bagnaia 2°, Diggia 3°. Crollo Martin nel finale

Pubblicato

il

Red Bull Content Pool


Johann Zarco in AustraliaJohann Zarco conquista il GP d’Australia, conquistando la prima vittoria in MotoGP dopo 120 gare, rispolverando il suo celebre «backflip» a bordo pista. Secondo Francesco Bagnaia, attendista per tutta la gara e bravo a sfruttare il crollo delle gomme di Jorge Martin, solo quinto e sorpassato da tutti gli inseguitori all’ultimo giro. Terzo un bravo Fabio Di Giannantonio, sugli scudi in questo finale di stagione, che completa la tripletta Ducati. Il marchio di Borgo Panigale non trionfava a Phillip Island dal 2010, anno dell’ultima vittoria di Casey Stoner con la Ducati. Sesto, ma staccato dal quintetto dei primi, Marco Bezzecchi, nono Alex Marquez, decimo Enea Bastianini sulla seconda Ducati Lenovo. Dodicesima posizione per Luca Marini.

Gara GP d’Australia 2023, la cronaca

Martin parte bene, Bagnaia

La partenza di Martin è «alla Martin», con lo spagnolo proiettato a razzo verso la prima curva, mantenendo la prima posizione. Jack Miller a fionda sale fino al secondo posto, mentre Bagnaia passa quarto. L’australiano man mano fa il paso del gambero, mentre Di Giannantonio si issa terzo, all’inseguimento di Binder e Miller.

Primi tre in fuga

Martin in modalità «il fuggitivo», scappa guadagnando in pochi giri un secondo su Binder e ben 4,5 secondi su Bagnaia, ancora al quarto posto davanti a Zarco e a un secondo da Di Giannantonio. Lo spagnolo, a metà gara, ha ben tre secondi e mezzo su Binder, che comincia a perdere vistosamente terreno dalla vetta. Di Giannantonio si porta a tre decimi dal sudafricano, Bagnaia mantiene il distacco di quasi cinque secondi dal rivale in campionato.

Di Giannantonio in lotta per il podio

A nove giri dal termine Di Giannantonio infila Binder per la seconda posizione, mentre Bagnaia e Zarco arrivano a tre decimi dal podio. Davanti Martin, autore di una scelta definita «azzardata» con la soft al posteriore, riesce a gesitre al meglio il gap con gli inseguitori, stabile intorno ai tre secondi. All’inizio del ventunesimo passaggio Zarco sorpassa Bagnaia in curva 1, facendo un favore al compagno di team in ottica campionato. Il piemontese fatica a tenere il ritmo dei primi, mentre Di Giannantonio torna al terzo posto.

Martin in crisi, le zampate di Zarco e Bagnaia

A tre giri dalla bandiera a scacchi Zarco sorpassa Di Giannantonio per il podio, mentre tutto il quartetto si porta a un secondo e mezzo da Martin, che sembra in difficoltà con le gomme. Bagnaia sale fino al terzo posto, mentre Martin perde ben mezzo secondo all’ultima curva. All’ultimo giro in curva 4 Zarco infila Martin, che viene sorpassato anche da Bagnaia. Le gomme dello spagnolo sono finite, che hanno avuto un crollo verticale ed è stato sorpassato anche da Di Giannantonio e Binder, accontentandosi del quinto posto. 

Gara GP d’Australia 2023, la classifica

 

POS. N. PILOTA TEAM MOTO NOTE
1 5  Johann Zarco Prima Pramac Racing Ducati Desmosedici  
2 1  Francesco Bagnaia Ducati Lenovo Ducati Desmosedici  
3 49  Fabio Di Giannantonio Gresini Racing Ducati Desmosedici  
4 33  Brad Binder Red Bull KTM Factory Racing KTM RC16  
5 89  Jorge Martín Prima Pramac Racing Ducati Desmosedici  
6 72  Marco Bezzecchi Mooney VR46 Racing Ducati Desmosedici  
7 43  Jack Miller Red Bull KTM Factory Racing KTM RC16  
8 41  Aleix Espargaró Aprilia Racing Aprilia RS-GP  
9 73  Álex Márquez Gresini Racing Ducati Desmosedici  
10 23  Enea Bastianini Ducati Lenovo Ducati Desmosedici  
11 12  Maverick Viñales Aprilia Racing Aprilia RS-GP  
12 10  Luca Marini Mooney VR46 Racing Ducati Desmosedici  
13 88  Miguel Oliveira CryptoData RNF Aprilia RS-GP  
14 20  Fabio Quartararo Monster Energy Yamaha Yamaha YZR-M1  
15 93  Marc Márquez Repsol Honda Honda RC213V  
16 25  Raúl Fernández CryptoData RNF Aprilia RS-GP  
17 21  Franco Morbidelli Monster Energy Yamaha Yamaha YZR-M1  
18 44  Pol Espargaró GasGas Factory Racing Tech3 KTM RC16  
19 30  Takaaki Nakagami LCR Honda Idemitsu Honda RC213V  
20 37  Augusto Fernández GasGas Factory Racing Tech3 KTM RC16 Rit.
21 36  Joan Mir Repsol Honda Honda RC213V Rit.

 

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *