Seguici su

Motor Valley

MotoGP | Enea Bastianini in KTM nel 2025. Per lui niente Aprilia

Il mercato MotoGP si infiamma. Bastianini in KTM nel 2025. Pernat lo conferma, ma attendiamo l’ufficialità per capire con quale team correrà

Pubblicato

il

Enea Bastianini con la Ducati a Jerez de la Frontera seguito da Pedro Acosta su KTM
Enea Bastianini con la Ducati a Jerez de la Frontera seguito da Pedro Acosta su KTM (© Enea Bastianini profilo X)

Il valzer è iniziato in MotoGP. Dopo il giro di ieri in cui Martin ha firmato per Aprilia e il conseguente arrivo, ancora non ufficiale, di Marc Marquez nel team ufficiale Ducati, anche la Bestia e Carlo Pernat si sono mossi a loro volta. Direzione Austria.

Nel 2025 Enea Bastianini andrà in KTM e avrà una moto ufficiale. L’indiscrezione arriva prima da Motorsport.com e poi confermata dallo stesso manager del pilota riminese questa mattina a Radio Rai.

Prima la certezza Aprilia, poi il cambio di scenario

Fino a pochi giorni fa Enea, che era quello con meno chance di rimanere in Rosso, sembrava promesso sposo ad Aprilia. Rivola ne ha sempre tessuto le lodi e ha più volte rimarcato che gli sarebbe piaciuto un pilota italiano per formare una coppia tutta tricolore.

La scelta di Ducati sarebbe ripiegata su Martin o Marc Marquez per completare la line up con Bagnaia. La Bestia, complice anche un 2023 sventurato, non è riuscito a convincere i vertici Ducati della permanenza nel Team Lenovo, come fece nel 2022 a suon di vittorie con il Team Gresini.

Fin da subito Pernat ha affermato che la volontà sua e del suo assistito sarebbe stata quella del rinnovo in rosso, ma che in caso le scelte della Casa di Borgo Panigale fossero andate da tutt’altra parte, avrebbero valutato le offerte sul tavolo. Detto fatto.

Quanto però successo nella giornata di ieri, con Aprilia che ha virato prepotentemente su Martin, cogliendo un occasione al volo, in qualche modo chiude parzialmente le porte ad Enea. Rivola infatti punta forte sulla permanenza di Maverick Vinales. L’ a.d. di Aprilia davanti ai giornalisti, presenti nella giornata di test del lunedì post GP, ha sottolineato più volte che ora la priorità è tenere il pilota con il #12.

Il dirigente italiano sa benissimo che cambiare completamente il suo parco piloti ufficiale non sarebbe il massimo per puntare ad interrompere l’egemonia Ducati. Per sognare il titolo ci vuole continuità e solidità, quella che ha dato Aleix Espargarò in questi anni. Vinales potrebbe diventare il nuovo capitano e guidare la Casa di Noale a quel traguardo tanto ambito. Martin avrà bisogno di tempo per adattarsi alla nuova moto e per cucirsela addosso.

Enea Bastianini in KTM: passare dalla Gas Gas per arrivare a quella ufficiale?

“Bastianini nella stagione 2025 guiderà una KTM ufficiale”

Queste le parole pronunciate nella mattinata di oggi da Carlo Pernat a Radio Rai, al programma Zona Cesarini. Il manager di Enea ha quindi regalato ai tifosi e agli addetti ai lavori la seconda perla di questo mercato estivo che per le due ruote si sta infiammando.

Non si è lasciato andare a molto di più in realtà. Al momento si sa con certezza che la moto che guiderà Bastianini sarà ufficiale e molto probabilmente con i colori Gas Gas. Nel team Red Bull i posti per il 2025 sono già pieni. Binder ha un contratto fino all’anno prossimo, compreso, ed Acosta ha appena rinnovato, venendo annunciato come pilota del team ufficiale a partire dalla prossima stagione.

KTM per dare la tuta arancione a Bastianini, dovrebbe rompere l’accordo con il pilota sudafricano o quantomeno rivederlo. KTM è convinta di voler schierare quattro moto tutte ufficiali anche nella prossima stagione. Questo significherebbe che Enea potrebbe andare in un primo momento nel team di Hervé Poncharal con trattamento ufficiale e dimostrare lì che poi meriterebbe il balzo nella squadra con Acosta.

Oppure KTM potrebbe decidere di mettere Binder in Gas Gas e dare subito a Bastianini la possibilità di occupare la poltrona accanto al giovane talento spagnolo. Tutti scenari plausibili, che andranno a concretizzarsi quando cin saranno le ufficialità.

Per il pilota riminese però non sarebbe male passare prima dal team clienti. Avrebbe modo di capire la moto e adattarsi, soprattutto per comprendere il livello di competitività. Dal 2026 se tutto andasse bene, Enea potrebbe giocarsi le sue chance per arrivare nel team KTM Red Bull. Un po’ come ha fatto Marquez con Gresini e Ducati.

Bastianini in KTM: ripartire da zero

Lo scacchiere della MotoGP ci sta regalando più sorprese di quante ce ne aspettassimo. Fin da subito era chiaro che Enea potesse essere quello con meno chance di rimanere in Rosso e una volta assaggiata la squadra ufficiale, per lui non avrebbe avuto senso ripartire da un team clienti sempre con Ducati.

Giusta la scelta di cambiare. Che fosse stata Aprilia, magari con un passaggio preliminare da Trackhouse, con moto ufficiale, per poi puntare il il team dove correrà Martin o qualsiasi altra casa, la scelta più logica era questa.

Alla fine l’accordo è andato verso KTM. Enea così potrà ripartire da zero e cercare di fare quello che non gli è riuscito in Ducati, per sfortune ed eventi esterni. Forse la tuta Rossa per Bastianini è arrivata solo nel momento sbagliato.

Ci sono molti amori che non sbocciano semplicemente perché i due protagonisti non si incontrano nel momento giusto. Con la casa Austriaca la Bestia dovrà sì ripartire, ma con più consapevolezza e maturità, che un giorno potrebbe portarlo ad esultare di nuovo sul tetto del mondo. Anche perché quella vecchia volpe di Carletto Pernat, raramente sbaglia e per i suoi piloti trova sempre il meglio, anche se si tratta di un alternativa.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *