Seguici su

Motor Valley

WEC, Imola | Kobayashi: «Abbiamo vinto senza essere i più veloci»

Le dichiarazioni dei piloti Toyota dopo la vittoria a Imola. L’equipaggio ha analizzato i punti chiave della gara di oggi

Pubblicato

il

I vincitori hypercar della 6 Ore di Imola
I vincitori hypercar della 6 Ore di Imola (© Giulia Giacomelli)

La Toyota Gazoo Racing #7 ha vinto a Imola grazie alle abilità dei suoi piloti in condizioni non ideali e anche grazie alla strategia. Questi sono state le chiavi della vittoria della casa giapponese. Queste le dichiarazioni dei vincitori Hypercar della 6 Ore di Imola nella conferenza stampa post gara.

Le dichiarazioni dei vincitori Hypercar

Mike Conway: «Dopo la partenza abbiamo pensato a gestire dalla strategia alle gomme. Siamo molto contenti di come si è comportata la macchina. Kamui (Kobayashi, ndr) ha fatto un grandissimo lavoro sul bagnato. Le condizioni erano molto al limite, ma la squadra è stata fantastica. Complimenti a tutti i ragazzi».

Nyck De Vries: «Prima di tutto vorrei fare i complimenti a tutti per la vittoria. Abbiamo fatto una gara veramente buona, come team. Le condizioni erano difficili e dovevamo solo cercare l’opportunità giusta. Dopo la ripartenza siamo stati bravi ad attaccare e ora è bellissimo poter festeggiare la vittoria e tornare sul gradino più alto del podio. Io personalmente non vincevo dal 2022 in Formula E e quindi per me significa moltissimo ».

Kamui Kobayashi: « Ha iniziato a piovere appena sono salito in macchina ed ero con le gomme slick. Dovevamo decidere se rientrare o meno al box per le gomme da bagnato. Farlo è stata la miglior decisione per noi. Non eravamo sicuri di farcela con la benzina fino alla fine e quindi abbiamo dovuto anche gestirne il consumo in modo perfetto, ma allo stesso tempo la Porsche #6 stava arrivando velocemente. Questo fine settimana la nostra macchina  non era la migliore, ma senza errori siamo riusciti a vincere».

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *