Umana Chiusi - Fortitudo Flats Service Bologna Umana Chiusi - Fortitudo Flats Service Bologna Crediti: Sofia Rosamilia

"Palla A2", 18^ giornata LNP. Al Paladozza la Fortitudo ospita la sorpresa Cividale

Scritto da  Gen 20, 2023

Bivi di stagione in Serie A2. Mentre alcune squadre rinforzano le proprie file, continua il campionato con la diciottesima giornata. La Fortitudo Bologna, fresca di un nuovo Main Sponsor, vuole riscattare la brutta prestazione di Chiusi tornando a vincere al PalaDozza contro la sorpresa del tabellone Cividale. Cento invece ospita la Tassi Group Ferrara di Cleaves ii, cercando di pareggiare la sconfitta del girone di andata.

Girone verde

La formazione che sta sorprendendo di più le aspettative dopo un girone di andata che definire sottotono sarebbe un eufemismo è sicuramente la E Gap Stella Azzurra Roma, che dopo la prima vittoria a fine 2022, nel derby contro Latina, sembra aver trovato una incredibile continuità. Tre vittorie nelle ultime cinque e due delle quali consecutive, arrivate entrambe in quest'ultima settimana: i capitolini si sono dimostrati a sorpresa ancora in corsa per la salvezza, non si sono arresi come invece poteva apparire dall'atteggiamento visto in molte uscite da ottobre a questa parte. Dopo la vittoria nello scontro diretto nel recupero del turno infrasettimanale contro Rieti, Roma giunge ora a Monferrato per affrontare la Novipiù, in un altro scontro salvezza. Con un'altra vittoria, i laziali metterebbero la propria firma nella lista delle squadre in lotta per rimanere in Serie A2, risultato che appariva insperato a metà dicembre quando la classifica recitava 0 punti e 0 vittorie, e non sembrava esserci nessuna via d'uscita dal tunnel negativo. Ora le cose sono cambiate, e questa sfida salvezza si prospetta carica di tensione: da un lato per i padroni di casa Redivo e Martinoni cercheranno di occupare gli spazi liberi del campo per tentare la transizione, dall'altro sarà il Playmaker statunitense Wilson a guidare la manovra. La squadra che occupa ora l'ultima posizione è la Kienergia Rieti, il cui innesto di Paci dalla Fortitudo Bologna non sembra essere bastato a migliorare le prestazioni collettive. Probabilmente serviranno altri nomi dal mercato per provare a rimanere in categoria, viste le enormi difficoltà in costruzione: Rieti soffre la mancanza di un Assistman che possa dare respiro a Zugno, sostituirlo in caso di necessità o stanchezza, e la società potrebbe muoversi in questa direzione. Di fronte però questa settimana ci sarà la Vanoli Cremona, terza in classifica, che necessita di una vittoria per tenere lontano il fantasma Torino: la Reale Mutua viaggia spedita e non sembra volersi fermare. I cremonesi però vivono una grave emergenza in casa e probabilmente dovranno anch'essi attingere al mercato: Jalen Cannon, uno dei migliori giocatori della squadra finora in stagione, ha infatti concluso la sua stagione causa rottura del tendine rotuleo del ginocchio sinistro. Questa assenza costringerà la società a cercare nuovi nomi per sostituirlo?

Sarà poi il turno del Big Match di giornata tra la sopracitata Reale Mutua Torino e Gruppo Mascio Treviglio, due squadre che arrivano da un momento di forma eccellente. Treviglio arriva da una splendida gara contro Cantù, che proveniva da 12 vittorie consecutive, dove ne ha arrestato la striscia. Inoltre, l'innesto di Vitali ha portato esperienza e classe in fase di costruzione per fornire Assist ai compagni, nell'attesa di scoprire la data del suo rientro in campo dopo una lunga assenza. La Reale Mutua invece arriva da una vittoria in Coppa Italia contro Forlì che ha consegnato il passaggio del turno ai piemontesi e da 5 vittorie consecutive  in campionato. La crescita esponenziale a rimbalzo di Guariglia e Mayfield è un fattore non indifferente: due giocatori che proteggono il canestro creano notevoli spazi soprattutto in contropiede per i compagni attraverso lanci lunghi difficili da intercettare. Si sfidano quindi due squadre determinate, pronte a darsi battaglia per i primi posti della classe, dando per scontato (anche se scontato non è) che Cantù mantenga lo stesso ritmo visto fino a questo momento in stagione. Ritmo che però dovrà riprendere contro la 2B Control Trapani al Pala Auriga, in una partita non facile visto il nuovo innesto dei siciliani di Andrea Renzi. Il Centro, rientrante dopo le esperienze a Orzinuovi e Reggio Calabria, è tornato per accompagnare la squadra nella tortuosa strada per la salvezza, e quale esordio potrebbe essere migliore se non con una bella prestazione contro la prima del girone? Non è ancora certo il suo esordio per domenica, ma sarà sicuramente emozionante vederlo presto esultare di nuovo davanti al suo pubblico.

Un'altra formazione in emergenza che sta sondando il mercato è la Assigeco Piacenza, che sarà impegnata al PalaBanca contro l'Urania Milano. L'assenza di Sabatini si fa sentire, e lo dimostrano le due sconfitte consecutive. La squadra di Coach Salieri si appoggerà come da tradizione ai punti di Skeens e Mcgusty, ma servirà l'apporto del Supporting Cast e delle seconde linee per provare a strappare punti. La minaccia Giddy Potts non è più un'incognita: contenerlo sarà più una questione fisica che tattica, vista la sua enorme esplosività. Infine, a chiudere la diciottesima giornata del girone verde di Serie A2 sarà la sfida tra Benacquista Assicurazioni Latina e Moncada Energy Agrigento. La Fortitudo potrebbe mettere pressione alla Reale Mutua, impegnata sul difficile parquet di Treviglio, per avvicinarsi in classifica. Latina invece ha migliorato il suo apporto difensivo e sembra indirizzata verso una salvezza tranquilla. Da segnalare il duello individuale Rodriguez-Grande, che si daranno battaglia sotto il profilo dell'intelligenza tattica.

 

Girone rosso

In una settimana di grandi cambiamenti societari (Flats Service come nuovo Main Sponsor) e reduci da una pessima partita nel secondo tempo contro Chiusi, la Fortitudo Bologna torna al PalaDozza cercando di ritrovare la determinazione perduta. Dopo un ottimo avvio di 2023, contro l'Umana la scorsa domenica sono tornati i fantasmi delle trasferte: la Effe negli ultimi 25 minuti di gara non è scesa psicologicamente in campo, e ha deluso tifosi e Presidente per l'atteggiamento mostrato. Ora una reazione è d'obbligo, e ce la si aspetta specialmente dagli americani: Thornton non può permettersi un'altra prestazione da 1/10, soprattutto se si considera la necessità del suo impatto offensivo. La sfida contro Cividale però non sarà una passeggiata di salute: la squadra di Coach Pillastrini è una squadra compatta, che nonostante le evidenti differenze sul campo in trasferta ed in casa è stata sempre in grado di dare filo da torcere a squadre dalle ambizioni decisamente più alte, su tutte la Apu e, più recentemente Pistoia. Il gioco della Gesteco non è facilmente arrestabile, soprattutto viste le ottime percentuali di Clarke, Dell'Agnello e Rota, principali minacce, perciò Coach Dalmonte dovrà aver preparato nel migliore dei modi la gara per portare a casa i necessari due punti e superare la diretta concorrente in classifica.

La settimana successiva poi la Effe affronterà l'altra friulana di categoria, questa domenica impegnata al PalaCarnera contro la RivieraBanca Basket Rimini. In casa Udine di certo il clima non è dei migliori: contro la Tramec è arrivata la sesta sconfitta stagionale, ma soprattutto a livello di organico non sembra riuscire ad impattare come nelle scorse stagioni nella categoria. In poche settimane la Apu ha deciso di cambiare completamente rotta, esonerando Coach Boniciolli dalla guida del timone per imbarcarsi in nuove rotte, al momento abbastanza confuse. A dimostrazione del clima teso in casa Apu, oltre alle molte sconfitte che la piazza non accetta di buon grado, c'è la situazione del Top Player della squadra Isaiah Briscoe, che contro Rimini non scenderà in campo dopo la squalifica ricevuta al termine della gara contro la Tramec per aver applaudito, in maniera ironica, il pubblico ospitante al rientro negli spogliatoi. In una parola, confusione. Rimini invece, in piena metà classifica, avrà un occhio di riguardo alla Fortitudo che potrebbe raggiungere e superare. Purtroppo, l'assenza di Briscoe sacrificherà lo spettacolo del duello tra Playmaker Briscoe-Johnson, e anzi ora l'assenza del giocatore friulano potrà rivelarsi una chiave di lettura della partita per gli ospiti. Proprio quella Tramec che ha condannato la Apu alla sesta sconfitta stagionale si ripresenterà di nuovo alla Milwaukee Dinelli Arena davanti al proprio pubblico aspettando la Tassi Group Ferrara. All'andata il derby emiliano andò a Ferrara, che vinse di un punto nonostante i 27 punti di Marks. Per evitare che la storia si ripeta, la squadra di Coach Mecacci dovrà avere molta attenzione nel bloccare le iniziative della principale minaccia offensiva ferrarese, Cleaves ii, e su di lui in marcatura molto probabilmente si metterà il nuovo acquisto Mussini, che dovrà essere bravo a contenerne la velocità e la forza fisica. Una vittoria serve ad entrambe, sebbene con obiettivi diversi, ma sarà cruciale il supporto delle seconde linee per fare rifiatare il quintetto, in una partita che si prospetta decisamente equilibrata. Rimanendo in ottica prime posizioni, andrà in scena una sfida di testa-coda tra OraSi Ravenna e Unieuro Forlì. La squadra di Antimo Martino non è una sorpresa. Quella che invece si sta rapidamente rivelando tale è proprio Ravenna, che nonostante la terzultima posizione possa ingannare ha vinto due delle ultime tre partite, una di queste contro Nardò, avversaria non semplice, offensivamente la migliore dell'intero tabellone.

I forlivesi non dovranno quindi sottovalutare i padroni di casa, che al Pala Mauro De André saranno guidati da uno straripante Capitan Musso in splendida forma, che sta aiutando i suoi a rialzarsi da un girone d'andata faticoso e vissuto a lungo in ultima posizione. Chi invece occupa questo posto nel girone ora è la Caffè Mokambo Chieti, che ospita domenica la Staff Mantova. Dopo l'ottima prestazione di Forlì, comunque non sufficiente per la vittoria, la Mokambo torna sul proprio parquet del PalaTricalle affrontando gli Stings guidati in panchina da Coach Zanco, subentrato a stagione in corso, e sul campo da Miles in cabina di regia, che è il principale terminale offensivo dei biancorossi. La stagione della Staff è stata però fino a questo momento molto altalenante, sebbene possa vantare numerosi talenti a Roster come anche Veronesi, Ross o il nuovo innesto Iannuzzi, ma tutto verrà determinato dall'approccio psicologico delle prime fasi della gara. Chieti avrà dalla sua parte il pubblico delle grandi occasioni: la sfida tra le due compagini sarà fondamentale soprattutto vista la possibilità di finire nello stesso raggruppamento nella fase ad orologio. Una delle partite che si prospettano più emozionanti ed intense di questa diciottesima giornata è poi Giorgio Tesi Group Pistoia - HDL Nardò. Pistoia viene da una brutta prestazione nel secondo tempo contro Cividale che li ha costretti alla sconfitta, ma a lasciare qualche dubbio è il forte nervosismo anche dei senatori della squadra: su tutti Della Rosa, il capitano, che non sarà presente per squalifica per aver protestato platealmente per una decisione arbitrale controversa. La pressione fuori dal campo e nel prepartita arriverà dall'assenza del proprio capitano e dalle compagini, impegnate su altri campi, che lottano per il primo posto, sul campo invece dalla macchina da punti Russ Smith. Nonostante ciò però potrà contare sul nuovo innesto Benetti, che aiuterà le prime linee a rifiatare e scalpiterà per guadagnarsi la titolarità. Infine chiude il girone rosso la sfida tra Umana Chiusi, reduce da una splendida vittoria in casa contro la sopracitata Fortitudo Bologna, contro la Allianz Pazienza San Severo, che invece vive il periodo peggiore della sua stagione, vista la disposizione della società degli allenamenti a porte chiuse della scorsa settimana (che non è bastata per la vittoria) e soprattutto della assenza di Edward Lee Daniel, uno degli uomini fondamentali per la formazione pugliese, squalificato per un colpo sleale durante una fase di gioco. Sfida salvezza che potrebbe riservare diverse sorprese.

Roberto Ligorio

Classe 1998, laureato in Comunicazione a Roma, studio Giornalismo all'Università di Parma inseguendo il mio più grande sogno: raccontare lo sport e viverlo da vicino. Ex cestista, oggi amante del Basket, della fotografia e del cinema.