×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 59

Rs-Rdc-Bologna non sottovalutare l'avversario- 1 Ott

Scritto da  Ott 01, 2014

Se è vero che tre indizi fanno una prova, possiamo affermare con sicurezza che il Bologna tende a sottovalutare il nemico che sulla carta è considerato un brutto anatroccolo. La prima spia di allarme si accese in agosto, quando i rossoblù furono sconfitti a domicilio dall'Aquila nel secondo turno eliminatorio di Coppa Italia. Una seconda luce rossa si accese all'esordio di campionato a Perugia. Dopo un primo tempo dignitoso, la squadra di Diego Lopez crollò nella ripresa, e fu così costretta a tornare dall'Umbria a mani vuote e con l'autostima sotto i piedi. Da quel momento il gruppo iniziò un lavoro di autoconvincimento ripetendosi costantemente la frase " Non si vince solo chiamandoci Bologna.". Tutto inutile però perchè l'errore si ripete nuovamente. Domenica 7 Settembre al Dall'Ara infatti, arriva la Virtus Entella, che non solo è una neopromossa ma che addirittura sta disputando il primo campionato cadetto della sua storia, e in soli due minuti dal fischio di inizio riesce a portarsi in vantaggio. Alla fine ne uscirà un pareggio che però sta molto stretto ai liguri. Il quadro clinico sembra dunque abbastanza chiaro: la squadra felsinea ha l'istintiva tendenza a sentirsi superiore. Anche il Palermo nella passata stagione soffrì di questa sindrome, ma poi smise di compiacersi troppo. Il Bologna dovrà seguire quell'esempio e andare sabato a Vicenza come se si giocasse una sfida Champions.

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 21:18