Seguici su

Altri Sport

De Akker: due settimane per trasformare i sogni in realtà

Pubblicato

il

Michael Mucci per 1000 cuori rossoblù


La De Akker di Amaurys Perez ce l’ha fatta! Dopo una stagione da assoluta protagonista, la squadra bolognese di pallanuoto è riuscita a centrare i Play Off per l’accesso alla massima categoria di questo sport. Una stagione lunga e faticosa tanto per il movimento pallanuotistico e ancora di più per la squadra felsinea che ha visto l’amalgamarsi e la crescita di un gruppo di ragazzi nuovo, rivoluzionato con il raggiungimento della Serie A2, e la cui guida tecnica, Amaurys Perez, giocatore di livello mondiale e volto televisivo conosciuto in tutta Italia, si trovava alla prima vera esperienza da allenatore.

Le pantere di Bologna hanno onorato ogni partita disputata in questa regular season, anche quando i Play Off erano già raggiunti, anche quando il primo posto era matematicamente in tasca, conquistando 10 vittorie su 10 incontri disputati, con un finale in crescendo sia dal punto di vista mentale che di risultato. Una squadra figlia della mentalità vincente del proprio allenatore che fa della difesa il proprio punto di forza. 

I Play-Off erano l’obbiettivo primario, oltre al consolidarsi del gruppo di lavoro, ed ora che la metà più ambita è vicina, è tornato a parlare il DS della squadra, il campione del mondo Arnaldo Deserti, ai microfoni di atsport24:

«Comincia adesso il nostro campionato, senza voler nulla togliere alle varie vittorie anche con formazioni molto più affermate di noi come Torino. Facciamo tesoro di queste esperienze, il 5 giugno si comincia e tra poco più di due settimane sarà tutto finito; ci giocheremo tutto il campionato in una ventina di giorni. Siamo molto preparati fisicamente per poter sopportare questo tipo di impegno fisico. Dobbiamo vedere da un punto di vista mentale come riusciremo ad affrontare la semifinale».

 

«Nel gioco da schierati, in avanti possiamo dire la nostra in maniera più autoritaria, siamo una squadra selvaggia, ripartiamo subito appena torniamo in possesso di palla e diventiamo un po’ precipitosi davanti. Dobbiamo diventare più cinici e maturi. Le prossime saranno partite in cui i ragazzi capiranno che a volte è meglio tenere la palla sotto al braccio e prendere tempo piuttosto che tirare da tutte le parti».

Appuntamento quindi per domani per il primo appuntamento Play-Off della storia della De Akker, Camogli sarà il primo avversario verso la scalata alla Serie A1.

 

 

 

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv