Seguici su

Basket

Serie A2 2022/2023, il Recap della 2^ giornata: Pistoia domina, la Effe torna a vincere

Pubblicato

il

Crediti: Valentino Orsini - Profilo Facebook Fortitudo Kigili Bologna


Anche la seconda giornata di Serie A2 della Lega Nazionale Pallacanestro è giunta alla conclusione. I rapporti di forza vanno pian piano consolidandosi e diverse squadre sembrano già pronte a giocarsi un posto per la promozione in LBA. Oltre alle principali favorite però, ci sono state alcune importanti sorprese, oltre a splendidi match giocati punto a punto e Overtime conclusi con un ultimo tiro sulla sirena. Vittoria grintosa per la Fortitudo Kigili, che rialza la testa dopo la sconfitta nella prima giornata contro la Tramec Cento. Questo il Recap della 2^ giornata di A2 LNP.

GIRONE VERDE

Benacquista Assicurazioni Latina – Urania Milano 93 – 91
Ad aprire il Girone Verde la splendida sfida tra Benacquista e Urania. Un Overtime e una partita giocata punto a punto e in quasi interamente in una situazione di parità consegnano due punti preziosi in chiave Playoff per Latina. Non basta l’incredibile prestazione di Giddy Potts con 33 punti per Milano.

Ferraroni Juvi Cremona – Reale Mutua Torino  86 – 81
La Reale Mutua resta in coda alla classifica nonostante la vittoria nella prima giornata, a causa dei tre punti di penalizzazione a inizio campionato. Grandi prestazioni individuali per la Ferraroni: 29 punti di Brayon Blake con un maestoso 9/10 da due punti e una doppia doppia incredibile di Trevon Allen con 24 punti e 13 rimbalzi guidano la Ferraroni alla prima vittoria stagionale.

Moncada Energy Agrigento – Vanoli Basket Cremona  66 – 73
Al PalaEmpedocle continua la marcia vincente della Vanoli Basket Cremona, che continua a macinare punti, ottimo gioco e risultati. Non si ferma quindi la striscia vincente dei lombardi, che dopo la vittoria della Supercoppa LNP continuano a dimostrarsi pronti ad ottenere un posto da protagonisti in questa stagione. Al momento, Cremona è la capolista in classifica nel Girone Verde.

E-Gap Stella Azzurra Roma – Gruppo Mascio Treviglio 90 – 91
Splendida partita vinta solo nei secondi finali dalla Mascio Treviglio. Altra dolorosa sconfitta della E Gap Stella Azzurra, che ha giocato al massimo delle sue potenzialità per tutto il corso della gara arrivando anche a un passo dalla vittoria. Dopo un Overtime, sono i due tiri liberi di Marini Pierpaolo all’ultimo secondo di gara a sigillare il risultato con un vantaggio di un solo punto. La tripla sulla sirena finale da Wilson Duane per la E Gap si stampa sul ferro e li inchioda alle ultime posizioni in classifica.

UCC Assigeco Piacenza – Novipiù Monferrato Basket 65 – 61
Dopo un buon inizio di gara e in vantaggio fino all’intervallo, la Novipiù Monferrato subisce un clamoroso Blackout nel terzo quarto e si fa rimontare: il tabellino al rientro in campo dall’intervallo recita l’incredibile parziale di 23-10. Grande complice della rimonta Gherardo Sabatini, autore di una doppia doppia con 13 punti e 14 assist (su 16 di squadra).

Acqua S.Bernardo Cantù – Kienergia Rieti 66 – 49
Pessima partita in fase offensiva di Rieti che non raggiunge i 50 punti. Solo un giocatore in doppia cifra che prova a salvare la situazione: Darryl Tucker, autore oltretutto di una doppia-doppia con anche 10 rimbalzi. Cantù mai in difficoltà, vince agilmente la sfida e si aggiunge alle formazioni in testa alla classifica.

GIRONE ROSSO

Fortitudo Kigili Bologna – HDL Nardò  86 – 62
Al PalaDozza la Effe rialza la testa dopo la sconfitta in rimonta della prima giornata contro la Tramec Cento. Ritrovato equilibrio di gioco per la squadra di Dalmonte, che dovrà mantenere questo ritmo per provare a giocarsi l’immediato ritorno in LBA. La Nardò prova a mantenere il risultato con i soli punti di Vasi, Stojanovic e Poletti, tutti oltre quota 16 punti. Ma il tabellino degli altri giocatori piange: il quarto miglior marcatore di Nardò ha segnato solo 4 punti.

Apu Old Wild West Udine – Allianz Pazienza San Severo 75 – 69
San Severo cede sotto i punti di Keshun Sherrill. La squadra di Coach Boniciolli continua a vincere e non accenna ad arrestarsi: il sistema di gioco della Apu, soprattutto in fase difensiva, non lascia sconti. Per il momento a punteggio pieno, sarà difficile trovare una avversaria in grado di confrontarsi alla pari con questa formazione durante la stagione.

RivieraBanca Basket Rimini – Unieuro Forlì  79 – 84
Primo quarto devastante di Forlì che fin da subito indirizza la gara con il risultato di 31-17. La Rivierabanca si riprende, prova a rientrare in partita ma rimane sempre in svantaggio nonostante al tabellino abbia “vinto” per tre quarti di gara. Non bastano i 29 punti di Jazz Johnson: Forlì manda 4 giocatori in doppia cifra e vince nonostante un po’ di fatica.

Staff Mantova  UEB Gesteco Cividale 78 – 73
Punto a punto per tutta la partita, Cividale perde solo all’ultimo quarto. Uno splendido Miles Anthony negli ultimi minuti di gara, sul +2, recupera il pallone, realizza un tiro dall’area e nell’azione successiva si guadagna il fallo e segna il tiro libero che conclude il match. La Gesteco subisce la sua prima sconfitta nella storia in Serie A2.

Giorgio Tesi Group Pistoia – Tassi Group Ferrara  73 – 51
Pistoia in questa prima fase è una schiacciasassi. primo posto in classifica, difesa solida e attacco organico ed equilibrato: la squadra di Nicola Brienza è rodata e vuole un posto da protagonista. Nel secondo quarto Ferrara completamente annichilita con solo 6 punti segnati a fronte dei 21 subiti.

Umana Chiusi  Tramec Cento  55 – 67
Altra vittoria per la Tramec Cento che vince anche contro l’Umana Chiusi dopo la vittoria nella prima giornata nel derby emiliano contro la Fortitudo. Dominatori del match Tomassini (con uno splendido 6/9 dall’arco) e Dominique Archie, che realizza una doppia – doppia con 11 rimbalzi e 18 punti. Contro le più rosee aspettative, la Tramec vive uno splendido stato di forma.

Caffè Mokambo Chieti – OraSì Ravenna 81 – 59
OraSí Ravenna in grande difficoltà in questo inizio di stagione. Altra netta sconfitta ma a preoccupare sono i 180 punti subiti in due partite. Gravi lacune e disattenzioni difensive che serviranno da monito: qualcosa deve cambiare se vogliono restare in A2, non bastano i 15 rimbalzi di Wendell Lewis a salvare la partita. Chieti invece vince il suo primo match della stagione e si riprende dopo la sconfitta della prima giornata a Cividale: Jackson, Vrankic e Ancellotti i punti fissi su cui costruire la stagione.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *