Seguici su

Bologna

Beukema, il pilastro del Bologna che sogna la nazionale (Corriere dello Sport)

Il centrale olandese vorrebbe vestire un giorno la maglia dell’Olanda. L’Obbiettivo di Beukema passa soprattutto dalle prestazioni a Bologna.

Pubblicato

il

Sam Beukema
Sam Beukema (©Damiano Fiorentini)

Sam Beukema è uno dei tanti ragazzi rivelazione del Bologna di Thiago Motta. Il centrale olandese è stato chiamato in causa dal mister diverse volte in questa stagione e si è sempre fatto trovare pronto. Sam vuole riprendersi un posto da titolare nel match contro la Juve dopo la giornata di squalifica scontata a Torino e la panchina per scelta tecnica al Maradona. La diffida che si porta dietro ormai non ha più molta importanza, visto che la stagione giunge al termine.

Il ragazzo, cresciuto per 10 anni a Riccione con la madre, sta giungendo alla conclusione della sua prima stagione in Serie A. Sam arriva infatti dall’AZ Alkmaar, squadra in cui ha militato per due stagioni. Nonostante questo, si è ambientato quasi subito in Serie A, diventando uno dei giocatori più utilizzati da mister Motta in questa stagione.

La stagione di Beukema in numeri

Il centrale olandese quest’anno ha giocato ben 28 partite da titolare, raggiungendo quota 2444 minuti in campo. Anche grazie alle sue ottime prestazioni, la squadra ha attualmente la seconda miglior difesa della Serie A con 27 gol incassati. Dato importante che riconosce l’importanza che ha ricoperto la fase difensiva nella bellissima stagione rossoblù.

Sam ha dato il suo contributo anche in fase di impostazione e realizzazione. Ha effettuato in tutto 1910 passaggi di cui il 90% sono arrivati a destinazione per i suoi compagni. Inoltre, Beukema ha realizzato due reti in questa prima stagione al Bologna. Il primo arrivò nella pesantissima vittoria in Coppa Italia contro l’Inter. In quell’occasione Sam segnò il gol del momentaneo 1-1. L’altro in campionato contro il Lecce, match finito 4-0.

Dopo la Champions col Bologna, il sogno nazionale

Beukema ha sempre rivelato apertamente il sogno di voler vestire un giorno la maglia della nazionale olandese. Sull’argomento afferma: «Sarebbe un sogno, ne parlo spesso con Reijnders, ma sono realista. In Olanda abbiamo i migliori difensori, devo continuare a lavorare e giocare bene con il Bologna, andare in Champions l’anno prossimo e sperare che arrivi il momento».

Molto quindi passerà anche da quello che sarà il suo rendimento in rossoblù. Nella prossima giornata ci sarà da battere la Juventus per garantirsi la possibilità di arrivarle davanti in campionato. All’andata finì 1-1, con un rigore non dato su Ndoye mentre la squadra era in vantaggio. I biglietti sono già quasi esauriti, l’atmosfera sarà caldissima.

Fonte: Dario Cervellati, Corriere dello Sport

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *