Seguici su

Bologna

BFC Week – Orsolini: “A Verona non abbiamo fatto esultare i tifosi come meritavano, rimedieremo”

Pubblicato

il

Bologna Fc 1909


Questa settimana ospite al BFC Week: Riccardo Orsolini, numero 7 rossoblù che ha parlato della sconfitta subita a Verona e della voglia di “rimediare” già domenica contro la Juventus al Dall’Ara. Di seguito l’intervista: 

Verona – Bologna 2-1, non è il risultato che ci si aspettava, che cosa è successo? 

“Sicuramente non è stata una prestazione all’altezza delle ultime gare, però questo incidente di percorso ci può far capire quali sono le cose da aggiustare e può darci una carica e una motivazione in più per la gara di domenica con la Juve. Sarà una partita fondamentale per il nostro cammino e vogliamo regalare una soddisfazione ai nostri tifosi”. 

Il Verona si è chiuso tanto e vi ha messo in difficoltà. 

“Si, facciamo fatica quando le squadre si chiudono così tanto dietro. Quando noi proviamo a giocare, con il nostro palleggio, ma gli avversari ci fanno giocare male possiamo andare un po’ in sofferenza. Il Verona ha fatto la sua partita, sicuramente l’avevano preparata così, purtroppo queste squadre capita di incontrarle e non siamo riusciti a pareggiarla nonostante avessimo fatto un grosso sforzo nel finale per riuscire ad agguantarla”. 

Negli ultimi tre minuti è successo di tutto, compreso quel pallone che non sei riuscito a mettere in rete. 

“Si, è stata un azione un po’ rocambolesca, mi sono trovato la palla a due metri, ho tentato di anticipare il portiere e i difensori in scivolata, ma purtroppo l’ho presa di collo esterno e la palla si è impennata sopra la traversa, fa male, era un gol che ci avrebbe permesso di riacciuffare la partita, ma purtroppo questo è il calcio”. 

Hai fatto un espressione particolare dopo quell’azione. 

“Si, all’inizio non potevo crederci perché eravamo a pochi passi dalla porta quindi stavo già pregustando l’idea di poter far gol, e quando ho visto la palla impennarsi mi è cascato il mondo addosso”. 

In quei minuti anche l’episodio della maglia tirata. 

“Si, ho protestato tanto perché ero convinto ci fosse stata una trattenuta abbastanza plateale nei miei confronti. Mi sembrava incredibile non assegnare un rigore del genere, ma sbagliamo tutti, anche gli arbitri. O magari è solo la mia valutazione soggettiva, non mi va di parlarne, ma per me era rigore”. 

Quest’anno otto gol, ti senti protagonista e trascinatore? 

“Ma, protagonista trascinatore no, mi sento un membro del gruppo. Faccio parte di un gruppo fantastico, che ha tanta voglia di lavorare, siamo ragazzi che stanno lavorando bene, una squadra giovane che ha tanta fame, si può solo migliorare. Sono contento dei miei gol e spero di non fermarmi qui finendo la stagione nel miglior modo possibile”. 

Questi gol ti fanno strizzare un po’ l’occhio a Roberto Mancini? 

“No, non lo so. Al momento penso solo al Bologna e a finire bene il campionato, poi quello che succederà succederà, al momento penso solo a finire bene il campionato con il Bologna e magari dare qualche soddisfazione ai nostri tifosi che se lo meritano”. 

Quale delle tue reti ti è piaciuta di più e ti ha dato più soddisfazione? 

“Sono stati tutti gol abbastanza importanti, perché ci hanno sempre permesso di raggiungere i tre punti. I due più importanti secondo me sono: quello al 90esimo contro la Sampdoria e poi quello contro l’Inter che è stato uno dei più importanti nella mia carriera, perché ci ha permesso di vincere una partita contro una grandissima squadra, contro cui, sulla carta ci davano tutti per spacciati. Spero di ripetermi da qui a fine stagione”. 

Domenica al Dall’Ara arriva un’altra grande squadra. 

“Si, speriamo si ripresenti un po’ la stessa cosa, sulla falsa riga della partita contro l’Inter. Possiamo giocarcela con tutti, questa è una grande prova di maturità e ci fa capire che possiamo dare fastidio a tutti”. 

Domenica dalla vostra avrete anche il tifo, lo stadio va ormai verso il tutto esaurito. 

“Immagino che sarà pieno, a Verona erano già 3/4 mila. In passato a Verona non avevo mai visto tutta questa cornice di pubblico da parte nostra, è stata una grossa soddisfazione e purtroppo ci è dispiaciuto non averli fatti esultare come giusto che fosse. Rimedieremo”.   

 

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *