Seguici su

Bologna

Bologna-Juventus: Le parole di Giaccherini e Mbaye – 19 feb

Pubblicato

il


Intervenuti in mixed-zone al termine di Bologna-Juventus, Emanuele Giaccherini e Ibrahima Mbaye hanno commentato la prestazione e non solo della squadra rossoblù, a cui è riuscita l’impresa di bloccare sullo 0-0 una Juve reduce da ben quindici successi consecutivi.

 

GIACCHERINI

Il trequartista felsineo, sempre più in odore d’azzurro, ha dichiarato che l’ottima prova contro i campioni d’Italia non è stata frutto del caso, bensì dalla volontà di giocarsela a viso aperto nonostante la caratura della squadra ospite: «Se ti difendi e basta con la Juve prima o poi finisci per subire gol. Noi abbiamo dimostrato non solo di stare bene fisicamente e mentalmente, ma anche di sapercela e volercela giocare con tutti.»

Sul nuovo obiettivo stagionale: «La salvezza ormai non ci basta più, vogliamo piazzarci tra le prime dieci.»

La chiusura del fantasista, ex di turno, è sul prossimo avversario, il Palermo di Iachini, e su un’eventuale chiamata da parte del CT Antonio Conte per gli Europei: «Al Palermo penseremo da lunedì, ma già posso dire che sarà una partita del tutto diversa rispetto a questa con la Juve. La Nazionale? Ci spero, l’Europeo sarebbe un sogno. Ora devo continuare così.»

 

MBAYE

Altrettanto soddisfatto è Ibrahima Mbaye, alla terza chance consecutiva da titolare: «Sono molto contento della fiducia che mi sta dando il mister. Quando vengo chiamato in causa cerco sempre di dare il cento per cento.»

Il terzino commenta così il match dei rossoblù: «In settimana abbiamo preparato bene la partita e questa sera siamo stati molto compatti e abbiamo fatto tutto ciò che ci ha chiesto il mister. Non abbiamo avuto nessuna paura: in fondo le partite si giocano sempre in undici contro undici.»

Al giovane ex Inter e Livorno, che giudica Pogba il miglior talento del nostro campionato, è stato chiesto se questo Bologna può davvero ambire per il futuro ad un piazzamento europeo: «Non dobbiamo pensare a questo. Il nostro obiettivo adesso è soltano uno: fare più punti possibile, contro la Juve o contro il Palermo non fa differenza.»

Magari qualcuno, dalle parti del Dall’Ara, non la pensa proprio così. Specialmente in serate come questa.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *