Seguici su

Bologna

Bologna, Skov Olsen si presenta “Mi ispiro a Robben”

Pubblicato

il

Finalmente Skov Olsen: il giocatore si presenta alla stampa e alla città.

Perchè hai preso qualche giorno per pensare?

“E’ la prima volta che uscivo da casa, il Bologna è una società seria che mi ha voluto tanto, per questo ho deciso di venir qua. Ho 19 anni, è la prima volta che esco di casa, ho sentito dentro il cuore di voler Bologna, per questo ho accettato il progetto”.

Cosa conosci del campionato italiano?

“E’ un campionato duro, si lavora molto in fase difensiva, che è dove devo migliorare. Mi piace il calcio così, tattico.”

Hai qualche idolo calcistico?

“Robben, che ha le mie stesse caratteristiche”.

Cosa sai della città?

“Che è la città delle tre T (ride).”

Cosa ti ha colpito a primo impatto di Bologna?

“Che è una città bellissima, dove tutti vogliono bene alla squadra di calcio. In tanti, in aeroporto, mi hanno fermato per una foto”.

Hai già incontrato i tuoi nuovi compagni?

“In Danimarca eravamo tutti giovani, qui invece ci sono molti adulti, cercherò da imparare tantissimo da tutti. Ho parlato col mister, ho scommesso con lui che il mio sinistro è meglio del suo”.

Che numero hai scelto?

“17. Di solito usavo il 21, ma qua era già occupato”.

Starai da solo?

“Ci saranno i miei genitori all’inizio, poi arriverà la mia ragazza. Comunque il mio procuratore ha vissuto qui da giovane, mi ha già aiutato a scoprire la città”.

L’esperienza dell’Europeo

“Peccato per come è andata a finire, eliminati per un errore dell’arbitro, ma nel complesso è stato formativo”.

Obiettivi per la stagione?

“Entrare nella mentalità del calcio italiano. Ringrazio comunuque la società per l’atteggiamento nei miei confronti, voglio fare di tutto per ripagarli”.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *