Seguici su

Bologna

Bologna-Hellas Verona, le parole del post partita di Marco Baroni

Pubblicato

il

HellasVerona.it

Le parole di Marco Baroni dopo la partita tra Bologna ed Hellas Verona.

Baroni ci sono stati diverse finestre nel corso della partita per provare a risolvere la serata, comunque anche prima del del due a zero avevate avuto una grande occasione andando un po a disturbare la costruzione dal basso del Bologna,  a inizio partita  eravate comunque attenti l’approccio c’era stato; ma che analisi da di di questo due a zero?

«L’analisi che abbiamo incontrato una scuola forte sicuramente, questo è certo e secondo me la squadra è stata anche brava a togliergli molto palleggio ed è un peccato per i due gol perché sono due situazioni evitabili,  il primo vorrei rivederlo perchè, per me, c’è un contatto abbastanza netto, però al di là di  però al di là di questo nel secondo, su fallo laterale, abbiamo commesso un’ingenuità, e noi abbiamo sbagliato troppo in questa partita, anche se abbiamo avuto due occasioni importanti e la squadra, dal punto di vista dell’aggressività e caratteriale, per me hanno fatto una buona partita e solo con questa aggressività potevano ridurre il divario tecnico e forse noi ci abbiamo messo un po’ troppi errori però la squadra, secondo me, ha fatto una buona gara».

Interpretando un po’ le indicazioni che davate dalla panchina, l’impressione che a volte mancasse anche quella sistematicità nel passaggio verso il reparto offensivo…

«Sì, ma infatti sto parlando di errori tecnic:i anche ora si vedeva prima con l’azione di Tomas Suslov, secondo me con un passaggio poteva mettere in porta Folorunsho; si sono viste qualche scelta sbagliata e ripeto in una partita contro una squadra che sta bene in fiducia, noi, secondo me, ha abbiamo fatto anche bene, però sotto certi aspetti non puoi commettere gli errori che abbiamo commesso. Ma io parlo non solo dei gol, anche dei gol, però dal punto di vista tecnico qualcosina in più potevamo fare».

Torno su quell’azione di Suslov perché insomma non è passata inosservata una sua osservazione cioè che che ha fatto su quella circostanza e cioè che poteva passarla: allora chiedo se  questo è il margine di miglioramento di questo giocatore che abbiamo capito essere molto valido però forse deve migliorare in quelle situazioni …

« nelle scelte, dobbiamo migliorare nelle scelta perché a volte con un assist insomma e fai fare un gol ad un compagno, però ripeto era una partita che con un episodio noi magari rimettiamo in discussione il risultato,  perché la squadra comunque è sempre stata aggressiva nella metà campo avversaria e abbiamo anche avuto una supremazia territoriale, i tiri in porta sono gli stessi tre loro tre noi, così pure anche il numero delle parate;  però al di là di questo poi i conta il risultato e abbiamo perso due a zero. Ai miei ragazzi, al termine della partita, ho detto ora ai ragazzi che questo match ci deve rafforzare per le per le gare che andremo a giocare».

Erano convinti i complimenti a Swiderski quando è uscito dal campo, come come giudica la sua prestazione?

«È un ragazzo, che come altri giocatori li vado scoprendo adesso, non solo in allenamento, dove stanno stanno lavorando bene. Swiderski, come già ho detto, arrivava da un periodo dove lui non stava nemmeno giocando, quindi il campionato loro era fermo e quindi deve trovare la miglior condizione, il ritmo partita, giocando e quindi noi qualche rischio ce lo dobbiamo assumere, ma io sono sono convinto, ripeto, quello che è l’importante è l’obiettivo finale (la salvezza, ndr) è la squadra comunque è viva».

 

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *