Seguici su

Bologna

Calciomercato Bologna – Zirzkee: dentro o fuori (Stadio)

Tiene banco il futuro di Zirzkee: la dirigenza rossoblù, prima di capire come muoversi sul mercato, vuole una risposta definitiva da parte sua

Pubblicato

il

Joshua Zirkzee verso il Manchester United
Joshua Zirkzee (©Bologna Fc 1909)

Il Bologna ha fretta di capire se Joshua Zirkzee ha deciso di rimanere a Bologna oppure no. La motivazione è molto semplice: Sartori e la dirigenza rossoblù vogliono evitare di ritrovarsi in una situazione simile a quella vissuta con Thiago Motta. Tutto sta nelle mani di Joshua e l’ultima parola spetta a lui.

Zirkzee e Bologna: l’affetto c’è

Non si direbbe il falso se si affermasse che Zirkzee è innamorato di Bologna: l’attaccante olandese ha più volte detto quanto si senta bene a Bologna e con i colori rossoblù addosso. Ora, però, serve una risposta definitiva da parte sua: sì, resto oppure no, vado via.

Il Bologna, d’altro canto, ha come prima scelta proprio Zirzkee ma se l’olandese dovesse posticipare ulteriormente la sua scelta finale, ecco che i rossoblù comincerebbero a pensare ad altre piste già sondate.

Ioannidis-Bologna: la situazione

Questo tira e molla con Zirkzee, insomma, rischia di far rallentare altre trattative, quantomeno già imbastite. Ad esempio, Fotis Ioannidis avrebbe già trovato l’accordo con il Bologna ma continua ad essere comunque nel mirino del Benfica e il Panathinaikos non ha intenzione di vendere in fretta e furia. Sartori, in questo caso, vuole vederci chiaro prima di affondare il colpo: qualora Zirkzee dicesse chiaramente di voler andare via, allora affonderebbe il colpo su Ioannidis o su qualche altro attaccante. Finchè, però, Joshua non si pronuncerà allora servirà essere pazienti e cauti, per evitare di comprare un nuovo attaccante e poi ritrovarsi con uno Zirkzee che decide di restare.

Dall’Inghilterra: Zirkzee vicino al Manchester United

Da un paio di settimane gira la voce che i Red Devils siano intenzionati a pagare la clausola da 40 milioni di euro e anche i 15 milioni per Kia. Per questo motivo, secondo i tabloid inglesi, Joshua sarebbe molto vicino a vestire la maglia del Manchester United, chiudendo quindi la porta al Bologna. Per quanto possa essere arricchente a livello economico un eventuale trasferimento del genere, non si potrebbe dire la stessa cosa a livello tecnico: Zirkzee, per completare il percorso di maturazione e crescita, avrebbe bisogno di rimanere un altro anno in Italia, al Bologna. Qui giocherebbe titolare e sarebbe protagonista, sia in Champions che in Serie A, mentre in Inghilterra dovrebbe sgomitare un bel po’ per ritagliarsi un po’ di spazio.

Altre piste oltre a Ioannidis: Dallinga e Burkardt

Nello scenario in cui Joshua decidesse di accasarsi al Manchester United, il Bologna avrebbe altre due piste, oltre a Ioannidis, su cui concentrarsi. La prima è quella che porta a Thijs Dallinga, attaccante 23 enne del Tolosa; la seconda porta il nome di Jonathan Burkardt, anche lui 23 enne ma in forza al Mainz.

E Jorgen Strand Larsen? Il giocatore del Celta Vigo, accostato più volte ai rossoblù, ha una valutazione di 30 milioni di euro, decisamente troppo alta per le idee di Sartori. La sensazione, quindi, è che il Bologna, una volta scoperta la volontà di Zirkzee, deciderà come muoversi sul mercato, monitorando le diverse piste.

In chiusura, poi, se registra un interesse del Bologna per Arijon Ibrahimovic. Secondo quanto filtra dall’ambiente del Bayern Monaco, i rossoblù avrebbero messo gli occhi sul 18 enne che l’anno scorso ha giocato in prestito al Frosinone. Il tedesco può giocare esterno alto, sia a destra che a sinistra.

Fonte: Stadio, Claudio Beneforti

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *