Seguici su

Bologna

Fabbian: il sangue freddo anche in Europa? (Più Stadio)

Giovanni Fabbian, enfant prodige scuola Inter, con l’assenza di Ferguson fino a settembre, ha la chanche per diventare titolare.

Pubblicato

il

Giovanni Fabbian -Crediti: Damiano Fiorentini/1000cuorirossoblu.it
Giovanni Fabbian -©Damiano Fiorentini/1000cuorirossoblu.it

La stagione di Giovanni Fabbian inizierà oggi con la ripresa degli allenamenti, dopo la parentesi da fotomodello per la seconda maglia del Bologna. Il classe 2003, dopo una stagione d’esordio convincente, cercherà di ripetersi con un altro debutto: quello in Champions. L’obiettivo, nella speranza di passare clamorosamente il turno, resta quello di godersi un cammino storico nella Coppa dei Campioni, senza debacle. Per questo servirà aggiungere un pò di esperienza alla rosa, oltre ai tanti giovani, tra cui proprio Fabbian.

Nella prossima stagione, il ventunenne tenterà anche di approdare in nazionale, dove mancano giocatori intraprendenti come lui, in attesa di sapere se l’Inter lo controriscatterà.

Sangue freddo e senso della posizione

L’azzurro ex Reggina si è rivelato una pedina utile dalla panchina per Thiago Motta, giocando 27 gare. 5 gol e 2 assist sono il suo biglietto da visita nella prossima stagione. Annata in cui Italiano lo guiderà per aggiungere maturità e pezzi al suo repertorio, sapendo ormai che, assente Ferguson, gestirà la trequarti nei primi mesi. Le sue doti principali sono il senso della posizione e gli inserimenti, con un fiuto del gol da vero attaccante. Anche il coraggio non gli manca, avendo portato sempre punti pesanti alla causa rossoblu, come ad Empoli da subentrato. L’impronta di Inzaghi, che lo ha allenato a Reggio Calabria, si nota.

Il percorso nuovo di Fabbian

Nelle più di 40 gare della prossima stagione, il giocatore di Camposampiero assaggerà campi importanti in tutta Europa. Sarà un’annata in cui Fabbian maturerà, trovando molto spazio almeno fino a novembre e cercando di convincere l’Inter a controriscattarlo, col dispiacere dei tifosi. Molto dipenderà proprio dalle prestazioni che arriveranno da agosto, mentre Marotta lo terrà d’occhio.

Conviene comunque augurarsi grandi prestazioni del talento veneto, poi ciò che accadrà sul mercato si vedrà. E, forse, peserà anche un’eventuale convocazione di Spalletti, non così improbabile se davvero punterà alla rivoluzione.

Fonte: Più Stadio, Davide Centonze

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv