Seguici su

Bologna

Freuler: «Contro l’Udinese non sarà una partita semplice. Dobbiamo prepararla al meglio e colpire i loro punti deboli»

Pubblicato

il

Damiano Fiorentini / 1000cuorirossoblù.it


In vista della partita contro l’Udinese prevista per domani alle 15, Remo Freuler ha risposto a qualche domanda sul canale ufficiale YouTube del Bologna FC. Il centrocampista svizzero, arrivato nel mercato estivo in prestito, ha già collezionato 13 presenze con la maglia rossoblù, diventando sempre più imprescindibile per Thiago Motta. Remo è il metronomo della squadra, detta tempi e passaggi e soprattutto alza la qualità della manovra in costruzione. Ecco le sue parole a BFC Week.

Avete appena vissuto una settimana fantastica considerando le vittorie contro Roma, Atalanta e in mezzo l’Inter in Coppa Italia. Si può dire un momento magico?

«Sì, si può dire magico perché sono tre grandi squadre ed è stata una settimana perfetta. Con queste tre vittorie abbiamo anche passato un Natale più sereno».

Un regalo per voi ma anche per i tifosi rossoblù che vi stanno seguendo sempre più numerosi sia in casa che in trasferta: nell’ultima partita al Dall’Ara erano addirittura 29 mila gli spettatori presenti. Quante emozioni e quanta forza vi danno dagli spalti?

«Ci danno tantissimo, e direi che si vede anche in campo. A noi fa sempre piacere se vengono in tanti a vedere le partite, è un segno che dimostra quanto stiamo giocando bene e quanta soddisfazione c’è da parte dei tifosi. Ci fa molto piacere»

Per te contro l’Atalanta è stata una partita molto particolare visti i tuoi numerosi anni a Bergamo. Cos’hai provato nel prepartita?

«Per me è stato ovviamente speciale. Come hai detto ho giocato tanti anni lì e ho ancora tanti amici molto stretti, quindi all’inizio è stato anche un po’ strano vederli come avversari. Poi però, il campo è il campo, e comunque prima della partita non ho fatto nulla di diverso»

Ti sei scambiato qualche battuta con De Roon e gli altri durante la partita o al fischio d’inizio?

«In campo poco, solo con Hateboer una volta dopo il salvataggio, ma niente di che».

A proposito di salvataggio, sei stato decisivo in fase difensiva proprio contro l’Atalanta e pochi giorni prima decisivo anche in fase offensiva contro la Roma con l’inserimento che ha portato al gol di Moro. Possiamo dire che sei un giocatore box to box?

«In Inghilterra dicono così, però io provo a fare le mie cose ed a volte mi riesce meglio la fase offensiva mentre altre quella difensiva. Spero di continuare con questa duplicità».

Lasciatelo dire, sei un giocatore davvero completo, come direbbero molti tuoi tifosi. Adesso però ti chiedo: ma il movimento che ha portato al gol di Moro è una richiesta di Thiago Motta o viene dalla tua esperienza di gioco?

«È difficile chiedere quei movimenti. Il mister ci dice che se stiamo bene in campo possiamo anche scambiarci le posizioni. In quel caso avevo visto lo spazio libero e sono andato, poi Sam mi ha dato una palla fantastica dentro. Sono quelle giocate che nascono in pochi secondi in campo, quando vedi lo spazio e ti butti dentro».

Nello spogliatoio quanto ci credete nell’Europa?

«Non ne stiamo parlando in questo momento. Io sono al primo anno, dove è normale che ci sia tanto entusiasmo, ma noi dobbiamo rimanere coi piedi per terra come abbiamo fatto finora. Guardiamo una partita alla volta, già sabato c’è l’Udinese e sarà un match molto difficile, anche perché noi fuoricasa abbiamo vinto solo una volta».

L’hai citata tu, quindi che partita vi aspettate sabato contro l’Udinese?

«Dobbiamo guardare bene i video. Anche se loro quest’anno hanno avuto un po’ di difficoltà e sono in una zona bassa della classifica, rimangono sempre una squadra forte. Non ci sono partite facili, dobbiamo prepararla al meglio e vedere dove sono i loro punti deboli per provare ad attaccarli»

 

Fonte: canale YouTube ufficiale Bologna FC

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *