Seguici su

Bologna

Gioco sulle ali e velocità: la tattica di Motta per il Monza (Stadio)

Thiago Motta studia gli schemi per superare questa sera il Monza al Dall’Ara. Sugli esterni, Saelemaekers assente: le soluzioni del tecnico.

Pubblicato

il

Thiago Motta, allenatore del Bologna
Thiago Motta (Fonte immagine: Bologna FC)

Gran parte del gioco offensivo del Bologna è innegabile passi anche e soprattutto dalle ali. Tra gli esterni, Orsolini è insieme a Zirkzee il capocannoniere della squadra e ha in più occasioni in stagione monopolizzato la fascia. Il suo impatto ha reso di fatto la formazione di Thiago Motta una squadra che sfrutta molto gli esterni, e così dovrà essere anche questa sera contro il Monza.

L’assenza di Saelemaekers: le soluzioni sulla fascia

Alle 20.45 al Dall’Ara questa sera i rossoblù tenteranno di affondare la rete di Di Gregorio partendo appunto dagli esterni. Su tutte, però, pesa l’assenza di Saelemaekers, fuori per squalifica, ma gli interpreti del gioco di Motta sono comunque tanti e tutti in buona salute fisica. Condizione essenziale per questo decisivo finale di stagione. Sulla destra, Orsolini, già a dieci gol stagionali, il quale vuole eguagliare al più presto il suo record di undici reti segnate la scorsa stagione.

Anche nell’ottica di una eventuale convocazione con la Nazionale Azzurra per l’Europeo. Al momento, sembra difficile che qualcuno possa soffiargli il posto nelle gerarchie di Spalletti. Tornando sponda rossoblù invece, anche Ndoye sarà a disposizione. L’ala ha più volte dimostrato di potersi esprimere meglio a destra nella scacchiera di Motta piuttosto che sulla fascia di sinistra.

L’out di sinistra

Per la partita di questa sera, ad occupare l’out di sinistra potrebbe essere Urbanski. Il polacco potrebbe essere utilizzato dal tecnico italo-brasiliano in quella posizione per via delle sue caratteristiche, tra cui la velocità e l’intelligenza tattica, oltre che la personalità offensiva. Potrebbe dunque avere una maglia da titolare, a conferma dell’importante contributo che potrebbe dare alla squadra. Il alternativa, scalpita anche Karlsson, il quale deve ancora però adattarsi al sistema rossoblù ed ha sofferto nelle sue ultime uscite i ritmi dei compagni.

Complice un lungo infortunio, che lo ha sempre relegato a spezzoni di partita ed agli ultimi slot nelle gerarchie di Motta, lo svedese ha avuto fin qui difficoltà di adattamento, ma potrebbe comunque avere bisogno di ulteriori chance. Tra meccanismi rapidi, cambi di ritmo e soluzioni da gol, il Bologna dovrà cercare di piegare il Monza partendo quindi dagli esterni, in cerca di gol e assist importanti.

Fonte: Stadio

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *