Seguici su

Bologna

Il Resto del Carlino – Bologna-Atalanta, 227 a 345: nelle ultime 5 stagioni oltre centro punti in meno della Dea

Pubblicato

il


Quella dei punti in classifica è una statistica impietosa, che dà la misura del lavoro dell’Atalanta in questi anni. Nelle ultime 5 stagioni, ovvero da quando il Bologna è tornato in Serie A nell’era Saputo, il Bologna ha fatto oltre cento punti in meno rispetto all’Atalanta.

I nerazzurri nel 2015/16, stagione nella quale Donadoni arriva all’undicesima giornata sulla panchina rossoblù dopo Delio Rossi, fanno appena tre punti in meno dell’Atalanta di Edy Reja, 45 a 42. La forbice inizia ad allargarsi l’anno successivo. I bergamaschi, con Gasperini in panchina, giungono quarti con 72 punti, contro i 41 del Bologna.
Nel 2017/18
la differenza si riduce di poco, con la Dea che ha anche l’Europa e fatica un po’ più della stagione precedente: 60 a 39.
Nel 2018/19 i punti invece sono 69 a 44, con le due formazioni in grado di compiere un’impresa: la Dea si qualifica per la Champions League, mentre il Bologna agguanta una salvezza insperata, esonerando Pippo Inzaghi e chiamando Sinisa Mihajlovic.
La scorsa stagione 19/20, quella segnata dal Covid, divario simile 78 a 47, con l’Atalanta vicina anche alla lotta scudetto, e il Bologna all’inseguimento continuo della zona Europa League.
Oggi dopo le prime 13 giornate, (12 per i nerazzurri) il computo totale dice 21 a 14 in favore dei nerazzurri, e il computo totale degli ultimi 5 anni segna un 345 a 227, che spiega chiaramente quanto importante è stata la progressione dei bergamaschi dall’arrivo di Gasperini.

 

fonte: Il Resto del Carlino, Massimo Vitali

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *