Seguici su

Bologna

Il Resto del Carlino – Cinque italiane in Champions? La nuova formula è un’occasione per i rossoblù

Pubblicato

il

Crediti: Bologna FC


In una stagione praticamente perfetta fino a questo momento, i rossoblù si godono il quarto posto in solitaria in Serie A. Esiste però una possibilità concreta che al Bologna possa bastare anche il quinto posto. L’ipotesi di una Champions per cinque è all’orizzonte: ad essere decisivi il Ranking Uefa e il nuovo format della coppa.  

Più posti in Europa?

Una Champions League con cinque squadre italiane al via, come riportato da Guido De Carolis per Il Resto del Carlino, è una ipotesi non impossibile, che permetterebbe al Bologna di avere qualche chance in più, nonostante attualmente il quarto posto favorisca la squadra di Thiago Motta. Il regolamento infatti prevede che dalla prossima stagione il format della competizione cambierà: a partecipare non saranno più 32 ma 36 squadre. Le prime due nazioni che, al termine di questa annata calcistica, si piazzeranno in vetta al Ranking Uefa, otterranno gli slot per portare un Club in più. Attualmente, l’Italia è capolista in virtù dei risultati conseguiti recentemente dalle squadre impegnate in Europa, e a seguire vi è la Germania. Seguono Inghilterra, Francia, e Spagna, quest’ultima sorpassata recentemente. In questo momento dunque, l’Italia iscriverebbe alla Champions League le prime cinque squadre della Serie A ovvero Inter, Juventus, Milan, Bologna e Atalanta. Per quanto riguarda invece l’Europa League confermati due Clubs, mentre una andrà in Conference, per un totale di otto formazioni. 

I parametri del Ranking Uefa

Il Ranking Uefa viene stabilito da una serie di parametri, che portano punti alla Nazione in modi diversi: la partecipazione ai gruppi Champions, le vittorie nei gironi ed i passaggi del turno sono tutti elementi di valutazione, che vanno poi ad incidere su una media bilanciata in base al numero di Club iscritti alle Coppe. Gran parte delle chance dipenderanno quindi dai prossimi risultati delle squadre italiane. In Champions, se la Lazio dovesse eliminare il Bayern Monaco (all’andata è terminata 1 a 0 in favore dei biancocelesti) ed il Borussia Dortmund dovesse essere eliminato dal PSV, difficilmente i tedeschi riuscirebbero a difendere il proprio piazzamento. 

La nuova formula della Champions

A partire dalla prossima stagione, la nuova formula della Champions League prevederà un girone unico da 36 squadre. Nella prima fase non si disputeranno gare di andata e ritorno contro solamente tre squadre ma si giocheranno tutte le gare, con minimo otto partite da giocare. In totale si giocheranno 4 partite in casa e 4 in trasferta: un campionato europeo, sulla falsariga della Eurolega cestistica (con le dovute e necessarie differenze), con una classifica finale dopo otto giornate. Le prime otto si qualificheranno agli ottavi come teste di serie, mentre dalla nona alla ventiquattresima posizione si giocheranno gli spareggi. Le altre verranno invece eliminate. Una formula nuova che potrebbe portare a stravolgimenti importanti, anche di riflesso nei campionati nazionali. 

Fonte: Il Resto del Carlino

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *