Seguici su

Bologna

Le Due Metà: Luca Rossettini – 19 apr

Pubblicato

il

SoccerMagazine.it/ToroNews.it


Le Due Metà prova a raccontare, da un punto di vista diverso, quella che è stata la carriera di calciatori che hanno vestito la casacca del Bologna  e della squadra che i felsinei affronteranno durante il weekend. Un racconto, una storia magari già sentita ma affrontata con occhi differenti: questo è l’obiettivo che questa rubrica si prefigge.

Il campionato non si ferma ma, anzi, raddoppia con il turno infrasettimanale e così Le Due Metà, di conseguenza. Da un difensore a un altro, da una trasferta (Genova, sponda Samp) a un’altra (Cagliari). Già perché il doppio ex in occasione della sfida con gli isolani è Luca Rossettini, centrale difensivo classe 1985.

La sua carriera inizia vicino casa, con il Padova che è il primo grande club a credere in Lui e a dargli la possibilità di esordire tra i professionisti, in Serie C1. Nel 2007, a 22 anni, con qualche stagione di esperienza alle spalle, capisce che è il momento di tentare l’avventura in Serie A: è il Siena che decide di acquistarlo in comproprietà; qui Luca ritrova Mandorlini, suo ex allenatore, e anche questo legame lo aiuta a conquistare in poco i galloni da titolare. La rottura del legamento crociato frena la sua crescita ma, in 5 stagioni in terra senese, sono più di 100 le presenze con la maglia bianconera, alle quali va aggiunto il gol segnato contro il Palermo nel 2012, anno in cui lascia la squadra toscana. A 27 anni, nel pieno della maturità calcistica, è il Cagliari a bussare alla porta del Siena; 1,5 milioni e il difensore padovano passa alla corte degli isolani. Un Cagliari che, inizialmente, sapeva giocare e poteva contare su giocatori di buonissima qualità: Ariaudo, Astori e, appunto, Rossettini in difesa, Nainggolan e Conti a centrocampo, Pinilla e Ibarbo in avanti. Una squadra ben amalgamata, con problemi legati al vulcanico Presidente ma che, tuttavia, sapeva raccogliere buoni risultati. La stagione successiva, anche a causa di cessioni eccellenti, il club inizia a zoppicare, nonostante il centrale continui ad offrire buone prestazioni. Il capitolo finale di un triennio iniziato bene ma concluso in maniera pessima è la retrocessione in Serie B: durante l’estate del 2015 sono ben 3 i calciatori che nel 2014/2015 hanno vestito la maglia del Cagliari che decidono di trasferirsi al Bologna, neopromossa: Rossettini, Crisetig e Donsah.

Due milioni e mezzo di euro (forse tanti) e l’esperto centrale difensivo passa in rossoblù (emiliano).

Ecco, il matrimonio tra Rossettini e il Bologna è stato travagliato, non semplice ma, nonostante ciò, in molti lo hanno definito positivo: io, nel momento in cui scendeva in campo, non vedevo altro che un difensore incapace di seguire l’uomo, o che commetteva falli banali che portavano via punti preziosi.

Questo era un punto di vista; l’altro vedeva il centrale padovano come perdita importante al momento della sua cessione solo perché portò in dote due gol, pesanti per carità, ma incomparabili con i punti che, d’altra parte, aveva fatto perdere.

Una visione un po’ dura, ma leggere di Vedove di Luca Rossettini fece male, parecchio.

Dopo la stagione bolognese passò al Toro e successivamente al Genoa, dove si trova tutt’ora.

A metà tra la meteora e il giocatore ricordato con piacere, Luca Rossettini è il protagonista de “Le Due Metà” per Cagliari – Bologna!

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *