Seguici su

Bologna

Malesani a Casteldebole: ”Ho provato un po’ di emozione nel tornare qui. Auguro al Bologna e a Sinisa ogni fortuna”

Pubblicato

il


A distanza di dieci anni, oggi pomeriggio ha fatto ritorno a Casteldebole l’ex tecnico del Bologna Alberto Malesani, il quale ha incontrato la Prima Squadra, i membri del settore agonistico e anche quelli del settore non agonistico.

Malesani è stato accolto al Centro Tecnico da Riccardo Bigon, Marco Di Vaio e Sinisa Mihajlovic, e con loro ha visitato la struttura. L’ex allenatore del Bologna ha raccontato i principi attraverso i quali ha creato la sua idea di gioco, in seguito si è passati all’illustrazione dell’allenamento di Marco Bertacchi e Giuseppe Taccogna con l’Under 14.

In seguito, Malesani ha effettuato una sessione di torello, allenamento a secco, tre possessi palla e una partitella finale con l’Under 14.

L’ex mister rossoblù ha anche rilasciato alcune dichiarazioni a Bfc Tv: ”Ringrazio chi mi ha permesso di fare l’incontro, che è stato Riccardo Bigon. Ci ho messo parecchio per entrare, non mi ricordavo più la strada, è stata una grande emozione.
Ricordi dell’annata in rossoblù? E’ stata una delle migliori per me, c’erano giocatori straordinari in rosa, tra cui Di Vaio, che ho salutato anche adesso. Siamo riusciti a tenere il gruppo unito e nonostante una situazione molto difficile abbiamo fatto un grande risultato, divertendoci anche in campo. 
Io ho sentito Marco un paio di volte, ma in generale non tengo molto i rapporti con i miei giocatori, però li segue sempre con piacere.
Bologna? E’ una bellissima città, ho scoperto anche le sue stupende colline. Io anche una cantina ora, il mangiare qui è molto buono, eccezionale.
Il Bologna di Sinisa? Mihajlovic è una grande persona, ed è anche un ottimo allenatore. Gli auguro ogni fortuna, ha superato qualcosa di molto difficile. Sta facendo un grandissimo lavoro sul campo. Auguro a lui e al Bologna ogni bene.
Il Bologna ha alle spalle una grandissima società, che però non vuole esagerare giustamente, perché è un momento difficile per tutte le aziende, anche per il calcio, meglio avere una squadra di giovani ma con prospettive di miglioramento piuttosto che spendere tanto per giocatori più esperti e poi trovarsi i bilanci in rosso”.

(Fonte: Bologna Fc)

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *