Seguici su

Bologna

Stadio – Alla grande promessa Ndoye manca il gol

Pubblicato

il

Dan Ndoye
Dan Ndoye (© Damiano Fiorentini / 1000cuorirossoblu.it)

Ndoye, calciatore svizzero, è entrato ufficialmente nei rossoblù nell’estate 2023. Le premesse erano ottime: giovane, fisico prestante e una velocità degna di nota, ma in campionato i risultati non sono stati così soddisfacenti come ci si sarebbe aspettato.

La partita contro il Frosinone di domenica scorsa è stata un’amara conferma, ma Ndoye è ancora pronto a mettersi in gioco. Non dà segni di demoralizzazione, anzi sembrerebbe pronto a dare il tutto per tutto contro il Monza, questo sabato.

Un ottimo giocatore con pochi risultati in porta

Ndoye, acquistato dal Bologna la scorsa estate, è senza dubbio un ottimo giocatore: ha qualità eccellenti, come movimento, intensità, ma in particolare velocità.

In campo queste caratteristiche si fanno protagoniste, ma manca sempre quel qualcosa che renda Ndoye il protagonista a 360 gradi. Un qualcosa che è però fondamentale.

Ne è l’esempio più eclatante la partita di domenica contro il Frosinone: al novantaquattresimo minuto esegue un tiro sbagliato che sancisce lo 0-0. Quelle qualità che si sperava fossero decisive per gli esiti positivi dei match non sono abbastanza, infatti la quota dei suoi gol in campionato è pari a 0, numero difficile da digerire, perché indice che quello che a Ndoye manca è proprio l’incisività.

Motta ha dimostrato stima e fiducia nei confronti del calciatore svizzero, che è sempre rimasto onesto e mai evasivo di fronte alla situazione complicata. Certo è che in prospettiva di un Bologna in Champions e in Europa League, sarebbe incoraggiante vedere una svolta in positivo da parte di un calciatore promettente, come è sempre stato Ndoye.

Thiago punta ancora su Ndoye e spera nella prossima partita

Ndoye è tra i giocatori più veloci della serie A, con del talento, che sembra però continuare imperterrito a rimanere nascosto: il gol mancato contro il Frosinone è esemplare – purtroppo non in positivo – apparentemente assurdo e inspiegabile. Come già rimarcato, Motta ha sempre riposto in lui estrema fiducia e questo si evince in particolare dal fatto che lo abbia fatto giocare in ben 26 partite e in poco meno della metà era anche titolare. Sullo spinoso argomento Ndoye, il mister rimane evasivo  “Dobbiamo pensare alla prossima”, decidendo così di non soffermarsi sull’ultimo errore, ma di guardare avanti, puntando ad aspettarsi sempre che il giocatore venga fuori in tutta la sua potenzialità. Diciamo che a volte è stato anche un po’ sfortunato o poco preciso, ma Ndoye è un esterno d’attacco che potrebbe svoltare una partita, come è già successo.

Bologna-Monza, sta arrivando il riscatto di Ndoye?

La prossima partita sarà contro il Monza, dove si spera nel riscatto ufficiale di Ndoye. La sua prestanza fisica è già stata messa in risalto ed acclamata, ma manca ancora quello che è ormai il tanto agognato gol.

Ndoye non si demoralizza e vede la partita di sabato proprio come un possibile riscatto, il momento per tirare fuori la grinta e dimostrare quel potenziale che già si era manifestato, ma che non si è mai concluso con un gol, tranne in Coppa Italia, contro l’Inter.

Contro l’Inter, infatti, il giocatore svizzero aveva segnato un gol al 116’, suscitando l’emozione di tutti e lasciando la concreta speranza che finalmente avesse messo in campo quella cosa in più, quella forza necessaria per fare il salto di qualità. Le partite successive non hanno purtroppo confermato questa sensazione, ma Ndoye non è stato lasciato a casa.

Thiago gli dà ancora la possibilità di mettere a segno il suo potenziale sabato contro il Monza. Ndoye ha tutto, manca solo un maledetto (o benedetto) gol.

Fonte: Corriere dello Sport – Stadio, Giorgio Burreddu

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv