Seguici su

Bologna

Thiago Motta: «Champions? Mi godo il momento. Calafiori difensore sopra la media»

Pubblicato

il

crediti immagine: Bologna Fc


È un Thiago Motta sorridente e soddisfatto quello che si presenta nella sala stampa del Dall’Ara dopo la vittoria per 3-0 contro la Salernitana.
Di seguito le sue parole.

C’è qualcosa di perfezionabile dopo questa vittoria?

«La perfezione non esiste, c’è sempre uno step in più. È stata una bella partita, vinta bene. Possiamo sempre fare meglio però, possiamo gestire meglio il risultato, restare nella metà campo avversaria per creare di più. Ho capito il momento e l’entusiasmo dei ragazzi. Sono comunque molto soddisfatto della vittoria, soprattutto per la nostra gente».

Siete a meno due dalla Juve, a più sette dalla sesta…

«Preferisco godermi il momento, stiamo molto bene. Già da domani prepareremo la gara con il Frosinone. Non voglio fare paragoni con altre squadre».

Pensi che Calafiori sia uno dei migliori difensori del campionato?

«Non faccio paragoni, non lo aiuta. Sta vivendo un ottimo momento, mi piacciono tantissimo i giocatori che possono fare più ruoli. Andare in Nazionale è un suo sogno, lui da centrale è sopra la media, poi può fare altri ruoli, ma anche da centrale può avere altre funzioni. Ha grande coraggio e lo trasmette a tutta la squadra. È solo merito suo, è arrivato con grande entusiasmo e con grande fame. Sono contento per lui».

Un altro importantissimo è Freuler: capisce prima le cose di altri.

«La cosa più importante che ha è la continuità. È da tempo che è così lui, non è facile essere così continui, lui è diverso perché riesce a mantenere questo ritmo a lungo. Siamo contenti di averlo. È un ragazzo che riesce a far giocare bene gli altri e a comunicare con i compagni in maniera perfetta».

Tutti i giocatori con te sono cresciuti e migliorati. Da allenatore, è una tua soddisfazione personale?

«Sì, certo. Siamo cresciuti tutti, anche io come allenatore. Allenando ragazzi così, cresci inevitabilmente. Vedi come si allenano, vedi che gruppo c’è. Loro hanno capito il mio metodo di lavoro e come viviamo questo sport».

 

 

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *