Seguici su

Calcio

Il punto sulla serie A – XXXVII giornata – 10 mag

Pubblicato

il


scudetto

Il Frosinone accompagnerà il Verona nella serie cadetta il prossimo anno. Ecco uno dei verdetti della penultima giornata di campionato, che lascia agli ultimo 90 minuti di gioco scoprire se saranno Carpi o Palermo a retrocedere.

La giornata è iniziata con l’Inter che prende tre punti e arriva a quota 67 mantenendo quota, ma a 10 punti dalla terza in classifica.

Il Bologna impegnato nel Saturday Night in uno stadio a dir poco spettacolare, che ha fatto emozionare tutti (Patron Saputo compreso) ha rimediato una dignitosissima sconfitta con il Milan. La partita ha fatto discutere per l’arbitraggio di Doveri, ma fa bene Donadoni a guardare i segnali di un gruppo in crescita. Ora sarà questione di strategie societarie e buone operazioni di mercato a decretare il futuro del Bfc, con l’ultimo match (a Verona contro il Chievo di domenica prossima) a salutare la stagione del rientro nella massima serie.

Una domenica importante per Bologna, che celebrerà il IX Centenario dalla fondazione del Comune e che vedrà la trentasettesima edizione della StraBologna e che speriamo sia possa essere di festeggiamento anche al Bentegodi per concludere comunque al meglio la stagione.    

Dicevo prima della terza posizione, che oggi occupa la Roma a 77 punti, a maggior ragione dopo la vittoria sul Chievo. Ruolino importante della squadra di Spalletti con il miglior attacco della serie A che dà filo da torcere al Napoli per la seconda posizione.

Ma tornando al racconto della domenica pomeriggio si evidenzia la vittoria della Lazio col Carpi (che con due rigori sbagliati butta alle ortiche la possibilità di fare punti fondamentali), il pareggio a reti inviolate del Palermo a Firenze, che conferma come i viola da tempo abbiano concluso la loro stagione e la vittoria esterna del Sassuolo che condanna il Frosinone alla retrocessione.

Pareggio tra Atalanta e Udinese ma nel pomeriggio va evidenziata la vittoria del Genoa nel derby con la Samp dopo parecchia astinenza. Risultato che premia la squadra di Gasperini per una stagione che comunque è da considerarsi un po’ altalenante ma positiva, semi-disastrosa per i cugini invece.

Arriva dopo 26 risultati utili la sconfitta della Juve campione di Allegri con il Verona che saluta (e insieme a lui tutta la serie A) il bomber Luca Toni che corona la giornata anche con un gol agli ex compagni.

Nell’ultimo match il Napoli con il solito Higuain vince a Torino e tiene a distanza la Roma, che nell’ultima giornata andrà a Milano con i rossoneri, mentre in partenopei incontreranno il già retrocesso Frosinone al San Paolo.

La storia insegna che nulla è scontato, quindi meglio non sbilanciarsi.

Nel nostro prossimo appuntamento potremmo tracciare una linea finale e fare le valutazioni del caso.

Buon campionato a tutte e tutti!

Il Direttore

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *