Seguici su

Motor Valley

WEC, Imola | Bortolotti: «In qualifica abbiamo fatto il massimo»

Alla fine delle qualifiche della 6 Ore di Imola abbiamo raccolto le dichiarazioni di Bortolotti e Bovy, piloti di Lamborghini

Pubblicato

il

Mirko Bortolotti prima delle qualifiche a Imola
Mirko Bortolotti prima delle qualifiche a Imola (© Lamborghini)

Mirko Bortolotti ha parlato della sua qualifica, in cui ha concluso sedicesimo con la SC63. La vettura della Casa del Toro ha bisogno di tempo per crescere e per accumulare km, che gli permetteranno di fare step ulteriori sulla performance.

Le dichiarazioni di Bortolotti

«Sicuramente abbiamo fatto un passo avanti dal Qatar. In qualifica abbiamo potuto lottare, ma noi dobbiamo concentrarci su quello che dobbiamo migliorare. Non è bello essere a 1.6 secondi dalla vetta, ma era tutto quello che potevamo fare oggi».

«Vedo alcuni progressi in questo momento e ne vedo ancora di più se guardo al futuro. Domani sarà importante finire la gara e non avere i problemi che abbiamo accusato nelle prove libere. Speriamo di averli sistemati e di poter avere una gara pulita. Penso sia difficile predire il passo, perché c’è molta competizione davanti a noi. Il nostro obiettivo è quello di fare una gara senza errori o penalità, vedere cosa succede davanti e guadagnare posizioni».

Ma quale sarà la chiave per domani?  «Per la situazione nella quale ci troviamo in questo momento l’obiettivo è fare una gara lineare e portare la macchina al traguardo, massimizzando quello che abbiamo. Quindi facciamo la nostra gara  e non pensiamo al risultato perché non siamo nelle condizioni di poter competere ancora con le macchine di vertice. Cercheremo di sfruttare eventuali episodi e ci concentriamo su quello che dobbiamo fare».

Il pilota Lamborghini chiude con una considerazione riguardo al progetto della SC63. «Questo è il primo anno per noi. Non siamo mai stati a Le Mans o nella maggior parte dei circuiti in calendario. Noi impariamo nelle prove libere, mentre gli altri arrivano già con una base. Lottiamo contro grandi avversari e questo è ciò che ci piace della sfida».

Sarah Bovy, prima Lamborghini in LMGT3 commenta la sua qualifica

«Abbiamo visto che il passo era buono in qualifica, ma non sono riuscita a dimostrarlo nella seconda sessione. In questo momento siamo un pò deluse, ma quello che abbiamo visto oggi a livello di performance è incoraggiante per domani. Abbiamo una macchina forte negli stint lunghi, ma oggi non abbiamo ottimizzato il potenziale».

«La macchina aveva più è potenziale di quello dimostrato. Nel primo run ho fatto un tempo migliore del secondo e questo ci fa capire che non abbiamo estratto il massimo che potevamo oggi. Domani dovremo solo spingere in tutti i momenti della gara e ottimizzare tutto. Sarà difficile sorpassare, ma in qualche modo dobbiamo riuscirci».

«Non siamo mai venute qui per testare, quindi non possiamo sapere esattamente quali saranno i limiti. Abbiamo comunque una buona macchina, migliore rispetto a Doha. La chiave sarà gestire bene le gomme e il traffico»

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *