Seguici su

Motor Valley

WEC, Imola | Fuoco: «Oggi un giro speciale per la pole, davanti ai nostri tifosi»

A margine delle qualifiche della 6 Ore di Imola abbiamo raccolto le dichiarazioni di Fuoco e Shwartzman, i piloti Ferrari in prima fila

Pubblicato

il

Antonio Fuoco alla conferenza stampa post qualifiche della 6 Ore di Imola
Antonio Fuoco alla conferenza stampa post qualifiche della 6 Ore di Imola (© Giacomelli Giulia)

Dopo la splendida pole conquistata ad Imola nel weekend della 6 Ore, Antonio Fuoco ha raccontato le sensazioni vissute durante la sessione.

Antonio Fuoco commenta la pole position

«Il feeling era già buono dalle FP3 della mattina. Ho cercato di mantenere alta la concentrazione e mettere tutto insieme per massimizzare il risultato. Le sensazioni erano molto buone ed è stato un giro speciale, soprattutto oggi davanti ai nostri tifosi. Nella nostra gara di casa abbiamo più motivazione e per questo ho solamente spinto al 100% dall’inizio alla fine delle qualifiche».

«Abbiamo visto nelle prove libere che il traffico potrebbe creare alcuni problemi, ma la gara è molto lunga. Partiamo con le nostre tre macchine dalle prime tre posizioni, ma la concorrenza è molto alta. Sul passo gara sembriamo competitivi, dobbiamo gestire la gara e non sarà facile ma proveremo a fare del nostro meglio».

Fuoco sottolinea quanto fatto dalla squadra nei giorni precedenti a questo evento. «Il team ha fatto un lavoro incredibile con la preparazione a Maranello in vista di questa gara. Abbiamo lavorato duramente per trovare le migliori sensazioni possibili e fino a questo momento penso che abbiamo fatto tutto al meglio. Durante la sessione abbiamo preferito fare un giro di riscaldamento e poi spingere per il tempo, credo che questo abbia fatti la differenza per noi oggi».

Le dichiarazioni di Robert Shwartzman

L’ex Ferrari Driver Academy ha portato la 499P #83 in seconda posizione, la miglior prestazione per il prototipo gestito da AF Corse. Il pilota si è detto molto felice del risultato di oggi, sperando domani di poter lottare per qualcosa di importante.

«Oggi è stata un qualifica abbastanza complicata con le bandiere rosse e poi gialle, però alla fine sono contento di poter partire in prima fila. Sicuramente con la sua esperienza Antonio ne ha avuto un pò di più, io non sono riuscito a mettere insieme il giro perfetto e devo ancora lavorare sulla gestione del peso e delle gomme della vettura».

«Le interruzioni sicuramente ci hanno penalizzato perchè in quel momento andavo molto forte. Purtroppo succedono queste cose, ma penso che sarei riuscito ad andare più forte».

Conclude poi con una considerazione sulla gara di domani. «L’obiettivo primario di domani è di non fare casini che potrebbero rovinare la gara a tutte e tre le vetture. Poi spero che si sia liberi di lottare e che la macchina più veloce vada avanti. Io credo che la nostra #83 sul passo gara è una delle più veloci e per questo in gara ho molta fiducia, che possiamo fare un passo avanti».

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *