Bologna-Milan: le parole di Poli e Sansone in Mixed Zone

Scritto da  Dic 09, 2019

Andrea Poli ha parlato ai microfoni dei giornalisti presenti in Mixed Zone: “Abbiamo pagato un primo tempo sottotono, loro sono partiti forte con un possesso di palla fluido soprattutto davanti e ci hanno messo in difficoltà. Noi nel primo tempo siamo stati poco aggressivi, ma dalla ripresa abbiamo fatto la nostra partita e provato a ribaltare il risultato fino all’ultimo. Quando si subisce gol la colpa è di tutti, non soltanto della difesa. Nel primo tempo siamo stati poco aggressivi, poi abbiamo cambiato atteggiamento e provato a riportare la partita sui binari giusti. Sì, pensavo che a questo punto del campionato avremmo avuto qualche punto in più, ma non è che ce ne manchino dieci: stiamo comunque facendo un buon percorso, anche se dobbiamo trovare più continuità di risultati. Al momento meglio non parlare troppo di obiettivi ma andare di partita in partita, di certo possiamo fare meglio di così. Battibecco con Danilo? Danilo è uno dei ragazzi con cui ho il rapporto più bello, sono molto contento di averlo al mio fianco ogni domenica, tra di noi non è successo niente di particolare. All’interno del nostro spogliatoio non c’è tensione, anche perché i giocatori con più esperienza hanno sempre cercato di aiutare gli altri e mantenere un’atmosfera positiva. Il mister ci ha fatto i complimenti per l’atteggiamento e per aver cercato di recuperare la gara, ma sappiamo tutti che potevamo fare meglio. Lavoreremo in settimana per migliorare. È stato bellissimo rivedere il mister in panchina.”

 

Anche Nicola Sansone ha commentato il match al termine: “È una buona sensazione il fatto che sia tornato il mister in panchina, dispiace non avergli regalato una vittoria o un pareggio, ma la prestazione c’è stata, quindi andiamo avanti così. Ci ha detto che era contento per la prestazione, magari meno per il primo tempo.Stiamo attraversando un momento un po’ delicato a livello di risultati, però dobbiamo andare avanti e non mollare. Anche oggi ci abbiamo provato fino all’ultimo, questo è l’atteggiamento giusto, alla fine Mihajlovic ci ha detto di non abbassare la testa perché comunque la prestazione c’è stata. Non credo che la squadra abbia fatto un passo indietro così netto rispetto a Napoli, noi cerchiamo sempre di dare il massimo: stavolta purtroppo siamo stati poco aggressivi, specialmente nel primo tempo, bisognava essere più duri. Abbiamo fatto degli errori individuali e su quello dobbiamo migliorare. Ci manca il fare meno errori, se fai meno errori hai più possibilità di vincere la partita.”