Seguici su

Basket

Cento allo scadere! Al supplementare supera Trieste 94-89

Pubblicato

il

BENEDETTO XIV SELLA CENTO – PALLACANESTRO TRIESTE 94-89 (19-31; 17-22; 25-13; 21-16; 12-7)

Statistiche:

Cento: Mussini 22, Bruttini11, Sabin 18, Kuuba, Palumbo 7, Bucciol ne, Toscano 8, Magni ne, Archie 15, Moreno 6, Benvenuti 7. All.Mecacci

Trieste: Bossi 5, Rolli ne, Reye 30s, Deangeli 14, Ruzzier 6, Campogrande ne, Vildera, Candussi 17, Ferrero, Brooks 17. All.Christian

Tiri liberi CE 17/22 TR 9/14

Tiri da 2 CE 22/45 TR 16

Tiri da 3 CE 11/35 TR 16/50

Rimbalzi CE 41 TR 56

Fall CE 21 TR 22

Arbitri: Gagliardi, Pazzaglia, Mottola

Quintetti iniziali:

Cento: Mussini, Moreno, Toscano, Archie, Benvenuti.

Trieste: Ruzzier, Brooks, Deangeli, Reyes, Candussi.

Prova di forza e di coraggio per la Sella Cento che dopo un primo tempo di grandi difficoltà trova il modo di ingabbiare il talento dell’ancora imbattuta Trieste e centra il secondo successo stagionale. Da lode le prove di Mussini e Archie, super anche la prova di Sabin mentre per la formazione ospite Candussi è croce e delizia, Reyes e Brooks le marce in più degli ospiti.

Festa dalla lunga distanza in avvio da ambo i lati del campo a dare subito grande ritmo alla sfida. L’ex Fortitudo Candussi fa la voce grossa dentro e fuori dall’area mentre Archie prende per mano la formazione di casa, ben spalleggiato da Toscano. 13-17 a metà primo quarto, quando anche le difese stringono le maglie decelerando il ritmo di tutti tranne di Brooks, ugualmente temibile dal perimetro e prezioso nel condizionare il resto della squadra. Prende così il largo la squadra di coach Christian fino alla doppia cifra di vantaggio, solo parzialmente dall’intelligenza cestistica di Bruttini negli ultimi 2′ del primo periodo: 19-31 dopo 10′.

Ferri freddi a caratterizzare i possessi iniziali del secondo quarto; solo dopo oltre 1’30” Mussini sblocca la sfida immediatamente seguito non solo da Reyes ma anche da Deangeli riportando in un attimo la Benedetto XIV a -16 (21-37) e forzando il time out di Mecacci. Richiamo a vuoto perché continuano a piovere triple dall’attacco ospite in grado di segnare con chiunque e in qualunque modo. Tentativo di scossa di Sabin ma resta difficilissimo contrastare il gioco avversario: 26-45 a 5′ dall’intervallo. Con il passare dei minuti la furia di Trieste si smorza lasciando più campo a Cento che ne approfitta per rosicchiare qualcosina prima della sirena di metà gara, suonata sul 36-53.

Nonostante il reset, gli equilibri del confronto non sembrano in grado di invertirsi. Archie è nuovamente caldo in chiave offensiva e guida i suoi al -11 (45-56) dopo 3′ nella ripresa. Piglio battagliero anche in difesa dei padroni di casa, incisivo ma non realmente decisivo per chiudere il gap tra le due squadre. Mussini si esalta e segna il -9 (50-59) poco prima di metà terzo quarto testimoniando la ritrovata capacità di Cento di finalizzare le proprie giocate e leggere bene quelle triestine. La fiducia cresce di minuto in minuto nei padroni di casa fino alla tripla di Sabin, valida per il 57-63, che ne decreta il ritorno in partita con due piedi a 2′ dal 30°. E’ solo l’antipasto per la successiva, quella di Moreno che riporta a un possesso di distanza la Benedetto XIV; quest’ultima cresciuta poi a due nei secondi finali. 61-66 a 10′ dal termine.

Convinzione e precisione: elementi mancanti sul parquet all’inizio del quarto periodo. Diventano importantissimi i pochi canestri realizzati tanto dal destare preoccupazione lo 0-4 messo a referto da Reyes per il +8 Trieste (64-72) a 8′ dalla fine. Servono ancora due giocate di Mussini per ridare linfa all’azione centese e fissare il -4 (68-72). Problemi dalla lunetta per gli ospiti, Candussi su tutti, che continuano a fare il gioco di Cento ora caldissima dall’arco con Palumbo ed il solito Mussini che conducono prima al -1 e poi a diverse occasioni di sorpasso non sfruttate. Ci pensa Reyes a punire i canestri mancanti e rimettere 4 punti di distacco tra le due squadre a 2′ dalla fine. Si continua a giocare sul filo dei possessi e questa volta Archie non delude e segna la tripla del sorpasso (80-79) quando si entra nell’ultimo minuto di partita. Succede però che la tabellata di Brooks da 8 metri pareggia la sfida e rimanda all’overtime il suo esito.

La stanchezza dei tre impegni settimanali oltre a quella accumulata per 40′ si fa sentire facendo avanzare il confronto a singhiozzi. Il punto in più ottenuto di Trieste regge con il passare dei possessi e si solidifica grazie a Deangeli. Archie tenta l’assolo ma Candussi ha nelle mani la tripla clutch della gara. La mette e pare finita, ma Moreno ha ancora l’asso finale della manica, anzi due assi: quello del riavvicinamento e l’assist a Sabin per la penetrazione decisiva (90-91) a 11” dalla sirena finale. E’ ancora Candussi il protagonista dell’azione finale perdendo un pallone sanguinosissimo e lasciando ai liberi finali la definizione del punteggio: 94-89.

Successo di prestigio per La Sella Cento che trova la seconda vittoria stagionale fermando l’imbattuta Trieste ribaltando con caparbietà una gara che sembrava già indirizzata dopo il primo tempo.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv