Seguici su

Basket

La Virtus vince Gara-6! Battuta Milano 85-66

Pubblicato

il

Foto Virtus Pallacanestro

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – EA7 ARMANI MILANO 85-66 (23-27; 49-43; 67-59)

Virtus Segafredo Bologna: Cordinier 13, Mannion n.e, Belinelli 14, Pajola 4, Jaiteh 11, Shengelia 10, Hackett 13, Mickey 4, Camara 0, Ojeleye 8, Teodosic 4, Abass 4. All: Scariolo S.

EA7 Armani Milano: Tonut 2, Melli 11, Baron 9, Napier 5, Ricci 0, Biligha 2, Hall 4, Baldasso 0, Shields 7, Hines 4, Datome 9, Voigtmann 11. All. Messina E.

Tiri liberi: VIR 18/29 ; MIL8/10

Tiri da due: VIR 23/33 ; MIL 14/32

Tiri da tre: VIR 7/19 ; MIL 10/30

Rimbalzi: VIR 31 ; MIL 33

Falli: VIR 17; MIL 25

Arbitri: Paternicò, Begnis, Giovannetti

La Virtus Segafredo difende ancora una volta il fattore campo e vince, 85-66 il risultato finale, Gara-6 di Finale Scudetto. Con questo successo, le Vu Nere pareggiano la serie sul 3-3 ed avranno la chance di giocarsi lo scudetto nella decisiva Gara-7, in programma venerdì sera al Forum di Assago, ore 20.30.

Avvio di partita di alto livello tra Virtus Bologna e Olimpia Milano. Le due formazioni, entrate in campo con l’idea di giocare a ritmo alto, danno subito il via ad un lungo botta e risposta che le porta sul 18-15 per le Vu Nere al quinto minuto di gioco. Il mini break favorevole a Baron e compagni, complice anche un po’ di fortuna, permette alla formazione meneghina di andare al primo break in vantaggio 27-23.

Nel secondo quarto è la Segafredo a partire forte. Le Vu Nere, con un parziale di 11-3, ritrovano il vantaggio obbligando coach Messina a fermare la partita con un time out. A metà del quarto, due fischi rivedibili fanno aumentare il nervosismo di Teodosic, penalizzato con un tecnico che lo costringe ad uscire dal campo per problemi di falli. La Virtus, però, riesce a rimanere lucida e, grazie ai canestri di Hackett e Cordinier, riesce a consolidare il vantaggio. Si va negli spogliatoi con Bologna sopra 49-43.

Al rientro in campo è ancora la Virtus a controllare il ritmo. La Segafredo, spinta da Hackett e Belinelli, apre il terzo quarto con un 7-3 di parziale che le permette di andare per la prima volta in doppia cifra di vantaggio (56-46). Milano prova a rientrare, tornando anche a meno tre, ma la formazione di coach Scariolo stringe i denti e riesce a chiudere in vantaggio anche la terza frazione (67-59).

Nel quarto ed ultimo periodo di gioco bisogna aspettare quattro minuti prima di vedere un canestro. Sia Milano che Bologna, infatti, vedono abbassarsi le rispettive percentuali al tiro ed i primi punti arrivano con Cordinier dalla lunetta del tiro libero. Una volta ritrovata la via del canestro, Hackett e compagni provano la fuga definitiva, toccando il più sedici a 4’ dal termine del match. Messina prova a trovare energia dalla panchina ma la Segafredo è oramai irraggiungibile. Hackett e compagni vincono Gara-6 e portano la Serie a Gara-7.

 

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv