Seguici su

Basket

Serie A2 22/23, Recap 22^ giornata. Cento crolla nel Big Match contro Forlì, la Fortitudo sfiora la rimonta

Pubblicato

il

Non sono mancate sorprese in questo 22esimo turno della Stagione Regolare di A2. Non riesce la rimonta alla Fortitudo che perde la seconda partita consecutiva, questa volta in casa contro Mantova, dopo un primo tempo tragico. Sconfitta anche per Cento nel Big Match di giornata contro Forlì, con la squadra di Antimo Martino che inanella il quinto successo consecutivo. Crollano poi in trasferta , a sorpresa, la capolista Pistoia e Treviglio, quest’ultima appartenente al girone verde.

Girone verde

Urania Milano –  E-Gap Stella Azzurra Roma 79 – 77

Milano consolida il quinto posto battendo negli ultimi istanti del match i capitolini. I nerostellati, privi di Capitan Nikolic, cedono solo sul finale dopo una gara equilibrata e in bilico fino all’ultimo. Dopo un avvio subito forte per i la squadra di Coach Villa, gli ospiti anche grazie a Wilson riescono a trovare il vantaggio dopo il riposo lungo e a condurre fino all’emozionante finale, dove prima Giacchetti da una parte segna con freddezza a 4 secondi dal termine, e dall’altra parte Amato con una tripla allo scadere fa esplodere l’Arena dell’Allianz Cloud.

2B Control Trapani – Ferraroni Juvi Cremona  69 – 85

Vittoria pesante in chiave salvezza per la Ferraroni, che nel giorno del compleanno del suo allenatore Coach Crotti domina in Sicilia contro una Trapani visibilmente stanca. Importante affermazione di forza in trasferta dei lombardi, con una prova di forza da giocatore di livello assoluto di Douvier (28 punti) e le ottime prestazioni di Reati e Giulietti.

Novipiù Monferrato Basket – Vanoli Basket Cremona 59 – 67

Cremona vince ancora e mantiene aperta la sua serie di vittorie consecutive, avvicinandosi a Cantù in classifica (questa settimana con un turno di stop). I biancoblú giocano fin dalle prime battute una partita solida ed intensa di fronte ad agli avversari, che danni il massimo senza portare a casa il risultato. Dopo l’avvio di gara a suon di triple con Piccoli e Lacey, la Novipiù sembra prendere le misure, ma poi alla ripresa del secondo tempo la Vanoli esplode con Lacey e Alibegovic e sul finale si limita a mantenere il controllo con i liberi tattici.

UCC Assigeco Piacenza – Gruppo Mascio Treviglio 76 – 68

La grande sorpresa del girone è la giornata storta di Treviglio. Partita difficile fin da subito, ma che sul finale, soprattutto dall’arco a livello statistico, si rivelerà anche più buia (6/31). La Assigeco invece si ritrova, anche grazie ad una prestazione  di livello assoluto di Miaschi, diviene determinata e pronta ad un finale di stagione che possa permetterle di continuare a sognare e avere buoni propositi. Le speranze trevigliesi, dopo essere rimasti a contatto per tutta la gara, si spengono nei minuti finali, quando il margine di differenza si allunga e Vitali e compagni si arrendono.

Moncada Energy Agrigento –  Reale Mutua Torino

La sfida tra Moncada Energy Agrigento e Reale Mutua Torino verrà recuperata il prossimo 15 marzo 2023.

Benacquista Assicurazioni Latina –  Kienergia Rieti

La sfida tra Benacquista Assicurazioni Latina e Kienergia Rieti verrà recuperata il prossimo 30 giugno 2023.

 

Girone rosso

Apu Old Wild West Udine  – OraSì Ravenna 73 – 62

Torna a vincere la squadra di Coach Finetti al PalaCarnera nel giorno del compleanno di Capitan Antonutti. Nonostante le assenze pesanti di Sherrill e Briscoe, quest’ultimo ancora non al meglio in termini di conduzione, i friulani si sono imposti dal terzo periodo in poi dopo un primo quarto equilibrato, aumentando il distacco grazie alle iniziative di Gaspardo, Top Scorer con 19 punti. Nell’ultimo quarto poi è festa bianconera e pieno controllo, che rimane tale fino al finale dove gli ospiti cercano di ridurre il gap per rendere meno pesante la sconfitta.

Tassi Group Ferrara – UEB Gesteco Cividale 65 – 71

Crisi evidente per Ferrara, che perde ancora dopo un avvio convincente sulle ali di Cleaves e Smith. Se nel primo quarto l’inerzia sembra tutta a favore dei padroni di casa però, nel secondo la squadra di Coach Pillastrini trova maggiore lucidità per tornare in partita. Poi nel terzo periodo le percentuali emiliane crollano verticalmente e Cividale ne approfitta per passare in vantaggio e gestire il match nell’ultimo quarto.  Da segnalare l’esordio positivo per il nuovo innesto Redivo che con 18 punti ha guidato i suoi alla vittoria e ha condannato la Tassi Group ad un’altra brutta sconfitta, che in chiave salvezza potrebbe rivelarsi pesante.

Allianz Pazienza San Severo –  HDL Nardò  78 – 74

I gialloneri vincono il derby pugliese e convincono i propri tifosi con una prestazione di livello. Prima frazione che viaggia tra sorpassi e controsorpassi, in una serie di botta e risposta rapido con le due formazioni che cercano di inseguirsi. Poi arrivano i parziali positivi degli ospiti che con Poletti e La Torre vanno in vantaggio di 8 all’intervallo lungo, questo però non destabilizza i padroni di casa che anzi sembrano essere ancora più determinati al ritorno in campo, tenendo testa a Smith e compagni. Sul finale, Nardò riesce quasi a completare la rimonta ma si ferma a pochi possesso di svantaggio.

Fortitudo Flats Service Bologna –  Staff Mantova 73 – 77

Altra brutta prestazione per la Effe, che prova a rimediare ad un primo tempo tragico in cui il divario era di venti punti con una rimonta che però non si concretizza. Seconda sconfitta consecutiva che fa male, sia perché negli ospiti mancava Miles, principale pericolo avversario, sia perché evidenzia le notevoli mancanze dal punto di vista del campo come la difficoltà ai rimbalzi che assume proporzioni sempre più grandi. Dopo un primo tempo su ritmi estremamente alti in fase offensiva per gli ospiti, la Fortitudo prova a correggere il tiro con Aradori e Cucci, ma gli Stings riescono a gestire fino al risultato finale. Attingere al mercato potrebbe essere ora una soluzione.

Umana Chiusi – Giorgio Tesi Group Pistoia 79 – 62

Pistoia crolla a sorpresa a Chiusi, dopo una partita di qualità e carattere della squadra di Coach Bassi, che nel derby toscano riesce ad imporre il proprio ritmo sin dalle prime battute, mantenendo il pallino del gioco. La capolista però comincia meglio, inaugurando il match con un parziale di 0-5 che sembra indirizzare da subito la gara. Poi però i padroni di casa alzano i giri del motore e con Bolpin e Utomi riescono a chiudere il primo quarto in vantaggio di 12. Gli ospiti cercano sempre di riemergere, ma non trovano mai la scintilla e si arrendono all’intensità di Possamai, rientrante dall’infortunio, e compagni. A nulla servono i 25 e 18 punti di Varnado e Copeland per gli ospiti, che tornano a casa a mani vuote.

RivieraBanca Basket Rimini  – Caffè Mokambo Chieti  76 – 57

In un PalaFlaminio ancora una volta infiammato, Rimini domina contro l’ultima in classifica e rimane in orbita Playoff, raggiungendo la Fortitudo. La squadra di Coach Ferrari spazza via senza troppi problemi Chieti, mantenendo per tutto il secondo tempo grande solidità e senza mai dare segni di cedimento alla pressione psicologica. Nel primo periodo comunque Chieti sembra restare in partita, ma già dal secondo i parziali dei padroni di casa si fanno pesanti. Con Roderick sottotono, già dal terzo quarto la partita sembra indirizzata, con Coach Ferrari che ha occasione anche di fare giocare i giovanissimi.

Tramec Cento – Unieuro Forlì 58 – 69

Il Big Match del girone si conclude con una vittoria di Forlì alla Milwaukee Dinelli Arena. La squadra di Antimo Martino inanella il sesto successo consecutivo e condanna la Tramec a 4 punti di distanza dalla vetta e alla seconda sconfitta consecutiva. Gli ospiti cominciano subito in vantaggio e non subiscono mai il sorpasso, spegnendo sul nascere ogni tentativo di rimonta di Marks e compagni e tenendoli a distanza anche nelle fasi di stallo. Ottima prestazione collettiva per gli ospiti, che mandano 3 giocatori in doppia cifra (con Penna miglior Scorer) e altri due che si fermano a 9 punti.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv