Seguici su

Bologna

Beffa Bologna: la Juventus rimonta e la gara finisce 3-3

Finisce con un rocambolesco 3-3 la partita tra il Bologna e la Juventus: entrambe le squadre salgono a quota 68 punti.

Pubblicato

il

Calafiori, primo gol in Bologna-Juventus (© Damiano Fiorentini)
Calafiori, doppietta in Bologna-Juventus (© Damiano Fiorentini)

Al Dall’Ara va in scena la penultima giornata di Serie A, con il Bologna già qualificato alla prossima Champions League che ospita la Juventus fresca dell’esonero di Allegri dopo i fatti della Coppa Italia. I rossoblù puntano alla seconda vittoria consecutiva, che garantirebbe loro il sorpasso matematico sulla Juventus anche in vista dell’ultima giornata.

Per l’ultima gara in casa, Thiago Motta schiera Skorupski in porta, in difesa Posch e Kristiansen sulle corsie laterali e la coppia di centrali formata da Lucumi e Calafiori. A centrocampo conferma invece il duo Freuler-Aebischer. In attacco, dietro a Santi Castro unica punta ci sono Ndoye, Urbanski e Odgaard sulla trequarti.

Montero, invece, schiera il classico 3-5-2 con Szczesny in porta e Gatti, Bremer e Danilo in difesa. A centrocampo, sugli esterni pronti Cambiaso e Iling-Junior, mentre al centro ci sono Miretti, Locatelli e Rabiot. In avanti le due punte sono Vlahovic e Chiesa.

Dirige la gara l’arbitro Ayroldi.

Primo tempo: Bologna stellare, Juventus non pervenuta

Non passa nemmeno il primo giro di orologi che il Bologna va vicinissimo al gol. Errore in fase di impostazione della difesa bianconera, Freuler è bravo a rubare palla a Cambiaso in area di rigore e va al tiro. Szczesny compie una grande parata e la palla viene deviata in angolo.
Dalla bandierina sulla destra batte Urbanski, la palla spiove in area e sulla ribattuta arriva Castro che tenta un cross rasoterra deviato dalla difesa della Juventus. Sulla respinta arriva prontissimo Riccardo Calafiori che non ci pensa un attimo e insacca alle spalle di Szczesny. Il numero 33 rossoblù sigla così il suo primo gol in campionato e soprattutto l’1-0 per il Bologna al secondo minuto.

Passano i minuti ma in campo c’è solo la squadra di Thiago Motta. All’11’ il Bologna infatti trova il meritatissimo raddoppio. Ndoye va al cross dalla sinistra: di testa arrivano insieme Castro e Urbanski ad anticipare Szczesny e l’attaccante argentino vola alto e firma il 2-0 per il Bologna.

La Juve da parte sua non sembra avere reazione, anzi, subisce le incursioni della squadra di Motta, rischiando anche di prendere il terzo gol da Odgaard. Rete che viene poi annullata per fuorigioco.

Il primo giallo del match è ai danni di Moretti che atterra fallosamente Posch. Ayroldi estrae il cartellino senza pensarci al minuto 26. Passano pochi minuti e l’arbitro ammonisce anche Cambiaso per fallo su Aebischer.

Nonostante le due reti da recuperare, la Juventus non si rende quasi mai pericolosa dalle parti di Skoruspki. Ogni tentativo di incursione bianconero viene letto benissimo dalla difesa del Bologna. I rossoblù, dal canto loro, amministrano la partita senza mai correre rischi.

Secondo tempo: la Juventus rimonta tre gol in 10′

Montero effettua subito i primi due cambi a inizio ripresa: fuori Cambiaso e Miretti, dentro Weah e Alcaraz.

Il primo squillo della Juventus arriva con Rabiot. Il numero 25 bianconero lascia partire un tiro potente da dentro l’area: Skorupski devia in angolo.

Ancora una volta, però, il Bologna si dimostra cinico e determinato a vincere la partita. Calafiori recupera palla a metà campo e serve Urbanksi, il numero 82 verticalizza per Castro che a sua volta serve Calafiori. Il numero 33 si accentra e con un tocco sotto batte Szczesny per la seconda volta in questa partita. Al 53′ Bologna-Juventus al Dall’Ara è 3-0, con una incredibile doppietta di Riccardo Calafiori e il gol di Castro nel mezzo.

Intanto Montero, dopo il 3-0, opta per inserire Yildiz, Milik e Fagioli al posto di Gatti, Vlahovic e Rabiot. Thiago Motta, invece, decide di sostituire Castro, Odgaard e Urbanski con Saelemaekers, Orsolini e Fabbian.

Il Bologna continua ad essere padrone del campo. La Juventus non accenna a una minima reazione e pare solo aspettare che Ayroldi fischi la fine della gara.

Al 74′ Motta si gioca anche gli ultimi due cambi: dentro Beukema ed El Azzouzi, fuori Calafiori e Freuler.

Pochi istanti dopo, però, arriva gol della possibile scossa per la Juventus. Grosso errore da parte di Lucumi al limite dell’area che tenta di servire il compagno ma si fa rubare il pallone da Chiesa. Tutto facile per il numero 7 bianconero che insacca alle spalle di Skorupski.

All’81’ il primo ammonito in casa Bologna è Aebischer per un fallo al limite dell’area. A battere la punizione è Milik: l’attaccante polacco va al tiro e con un grandissimo gol su punizione porta la Juventus sul 2-3.

Il Bologna è stanco e la Juventus a questo punto ci crede. Accade l’incredibile al Dall’Ara: la Juventus trova anche il terzo gol e pareggia la partita. A segnare la rete del 3-3 è Yildiz: errore in fase di disimpegno di Beukema, il numero 15 della Juventus si invola e batte Skorupski con un destro dal limite dell’area.

Incredibile al Dall’Ara: la partita finisce con un rocambolesco 3-3. La Juventus si sveglia solo nel finale ma questo basta alla squadra di Montero per pareggiare la gara. Decisivi gli errori di Lucumi e Beukema.

Venerdì il Bologna è atteso dall’ultima gara della stagione in quel di Marassi con il Genoa.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *