Seguici su

Bologna

Calciomercato Bologna – Possibili colpi last minute e trattative in pausa: tutto dipende dall’affare Castro

Pubblicato

il

Bologna FC


Con Castro in arrivo, adesso la priorità del Bologna è quella di chiudere il prima possibile l’operazione e ufficializzare l’argentino, in modo da avere gli ultimi giorni di mercato disponibili per sciogliere le situazioni più complicate e magari fare qualche colpo last minute. Sicuramente, un nodo da sbrogliare è quello che riguarda Van Hooijdonk dal momento che la punta olandese in questa prima parte di stagione non è riuscita a ritagliarsi lo spazio che desiderava, subendo la concorrenza del compagno Joshua. Il ragazzo lo scorso anno aveva fatto intravedere qualità interessanti al Heerenveen, chiudendo a giugno addirittura come vice capocannoniere dell’ Eredivise, ma in questi primi sei mesi di nuovo con la maglia rossoblù non è stato all’altezza delle aspettative e soprattutto non è mai entrato nelle trame di gioco di Thiago Motta quelle poche volte che è stato schierato. A dimostrazione di ciò, basta evidenziare come tutti gli ipotetici interessamenti per un suo eventuale prestito in questa finestra di mercato non sono andati a buon fine, visto che pareva che su di lui ci fossero il Celtic e qualche altro club di Championship e Bundesliga. Per dovere di cronaca va anche detto che i soli 382 minuti giocati non lo hanno di certo aiutato nel mettersi in mostra, e magari se Sydney riuscisse a trovare una squadra che possa garantirgli più continuità riuscirebbe a ritrovare quel fiuto del gol già dimostrato nelle passate stagioni. Nel caso in cui partisse veramente, il Bologna come rimpiazzo potrebbe puntare su quei nomi già usciti in queste settimane, quali Martinez del Porto o Musa del Benfica, sempre con la modalità del prestito ma magari riservandosi un diritto di riscatto al termine della stagione, in modo da prepararsi anche per la probabile asta estiva per Zirkzee. Ci sono anche Duk dell’Aberdeen e Sonko dell’Hacken sulla lista di Sartori e Di Vaio, entrambi giocatori giovani e più duttili, ma come detto all’inizio, tutto dipenderà dai tempi di chiusura di Castro.

Le trattative sfumate

Come è normale che accada, anche in questo mercato di gennaio ci sono stati tanti nomi affiliati alla casacca rossoblù che però alla fine sono sfumati per le ragioni più differenti. È il caso di Chris Bedia, punta del Servette seguito con interesse dalla dirigenza felsinea che, all’incirca una settimana fa, ha ufficializzato il suo passaggio all’Union Berlino dopo una prima parte di stagione in cui aveva segnato 16 gol e fornito 3 assist. Ma è soprattutto quella di Kelvin Amian la trattativa più amara, dal momento che l’ex difensore spezzino tanto voluto da Thiago Motta si è recato in Francia per svolgere nei prossimi giorni le visite mediche con il Nantes. Restano infine in dubbio i prestiti di Corazza e Urbanski alla Ternana, sui quali sarà Thiago Motta a sentenziare, mentre svanisce anche il colpo in prospettiva del classe 2005 Rocco Vata, trequartista del Celtic reduce dalla sua prima rete da professionista con la prima squadra segnata nell’ultimo weekend. Il padre Rudi infatti, suo agente, al termine della partita ha scacciato con queste parole tutte le voci di mercato: «Ho chiesto a mio figlio se volesse andare in Italia, ma mia ha risposto che vuole rimanere e imporsi qui, prima di pensare a un’esperienza diversa. Ho parlato con il Celtic e credo potremo raggiungere un accordo positivo per il rinnovo».

 

Fonte: Marcello Giordano, Il Resto del Carlino

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *