Seguici su

Bologna

Il Resto del Carlino – In cerca di una punta: ore decisive, Boadu è in testa

Pubblicato

il

Punta si, punta no, punta si, punta no: è il tormentone degli ultimi giorni di mercato rossoblù, protagonista dal termine di quello centrocampo-centrico. E ora, a poche ore dalla chiusura delle contrattazioni, Sartori sembra essersi deciso: affermativo, serve qualcuno da affiancare a Zirkzee. E poi il mercato sarà ufficialmente chiuso, a coronamento di una sessione vissuta da protagonisti.

I nomi rimasti

La rosa dei papabili perni rossoblù s’è ormai ridotta a circa quattro nomi, tutti saltati fuori – chi prima, chi dopo – nei vari rumors sulle trattative in entrata. Il primo è Petar Musa, 25 anni, colosso croato in forza al Benfica, che però chiede tra i 10 e i 12 milioni, quando il Bologna ne dovrebbe aver offerti non più di 6. Non sembra esserci troppo margine, ma la situazione andrà ad evolversi nelle prossime ore.

Poi c’è Boadu, per il quale il Monaco – fino ad adesso di difficile avvicinamento – pare abbia aperto alla cessione proprio nella giornata di ieri (dato anche l’esoso arrivo di Balogun), ma su cui sarebbe forte anche la Salernitana. Come ci si potrebbe aggiudicare la corsa? Alzando l’importo del riscatto al termine dell’eventuale prestito, anche se per ora i monegaschi vorrebbero solo una cessione a titolo definitivo.

Il terzo è Muriel, tra tutti il più conosciuto in quanto ormai highlander del nostro campionato, che però sembra aver meno volontà di muoversi rispetto alle settimane precedenti, data la (quasi) contemporanea cessione di Zapata al Toro e il grave infortunio occorso ad El Bilal Tourè. Gli spazi che per lui potrebbero riaprirsi a Bergamo, in sintesi, sono forse anche superiori a quelli che troverebbe a Casteldebole, ed è una valutazione che il colombiano sta facendo. La richiesta orobica, poi – 10 milioni cash – non aiuta certo la fattibilità dell’operazione.

L’ultimo della lista è Rafa Mir, 26enne scuola Siviglia, club che però lo cederebbe solo in caso d’ingaggio di un nuovo profilo. Resta fuori Bayo, che alla fine ha scelto il Metz, mentre non scalda la pista Kean (per cui la Juve spara altissimo).

Cosa cambierebbe in uscita

I movimenti in entrata sembrano essere legati a doppio filo con le cessioni, e sono due i giocatori rimasti che possono dare ancora ossigeno alle casse del club.

In primis c’è Musa Barrow, per cui pare tutto fatto con i sauditi dell’Al Taawoun: triennale al gambiano, 6 milioni cash al Bologna. Ma è lo stesso BFC ad aspettare nel dare il via libera: serve prima chiudere per la punta. Che però potrebbe arrivare anche grazie ai soldi dell’ex Atalanta, in un complesso intreccio che si protrarrà probabilmente sino al gong finale.

Chiude Van Hooijdonk: sul ragazzo si registrano le accelerate di Celtic e Wolfsburg. Sulla lista dei partenti da tempo, può portare almeno cinque milioni. Si attendono rilanci da Scozia e Germania.

(Fonte: Il Resto del Carlino – Marcello Giordano)

 

 

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *