Seguici su

Bologna

Un Bologna svedese, la formazione con i migliori di tutti i tempi (Più Stadio)

Il Bologna svedese scenderebbe in campo con un 4-3-1-2. Spiccano le presenze degli idoli Ingesson e Andersson.

Pubblicato

il

Calciomercato Bologna - Emil Holm si avvicina
Nel Bologna svedese rientra anche il neo acquisto Emil Holm (©Atalanta BC)

Nel corso della loro storia, i rossoblù hanno avuto molti giocatori provenienti dalla Svezia. Con gli arrivi recenti di Jesper Karlsson e Emil Holm, è possibile ora stilare una formazione competa di giocatori arrivati proprio dalla nazionale scandinava. Così scenderebbe in campo il “Bologna svedese“, schierato con un 4-3-1-2.

La difesa del Bologna svedese

Nella difesa a 4 della squadra, a destra va subito a inserirsi il nuovo arrivato, Emil Holm. Per lui l’anno scorso 32 presenze con la maglia dell’Atalanta. Sull’altra fascia troviamo invece Emil Krafth, anche se fuori ruolo. Emil arrivò nell’estate del 2015 e ne se andò dopo tre stagioni senza lasciare particolarmente il segno nel cuore dei supporters rossoblù.

La coppia di centrali sarebbe formata da Mikael Antonsson e Filip Helander. Antonsson arrivò nel 2011 sotto le Due Torri, dove giocò 93 volte. Dopo la retrocessione del 2014 tornò al Copenaghen. Helander invece arrivò a Bologna nel 2016, anche lui giocò tre stagioni in maglia rossoblù. Una possibile alternativa a questa coppia potrebbe essere Teddy Lucic, giocatore che militò tra le file de Bologna dal 1998 al 2000 con poche presenze registrate.

A centrocampo spicca la presenza di Ingesson

Tra i quattro centrocampisti del Bologna svedese il più importante è senza dubbio Klas Ingesson. Arrivato nel 1998, ancora oggi Klas è uno dei giocatori più amati della tifoseria. Grazie alle sue 96 presenze e ai 9 gol realizzati, ha contribuito pesantemente sulla conquista dell’Intertoto e sulla cavalcata in Coppa Uefa. Purtroppo è venuto a mancare nel 2014 a causa di un brutto male.

Andando avanti troviamo come mezze ali Erik Frieberg e Albin Ekdal. Il primo non ha lasciato un bel ricordo, con sole 7 presenze nell’anno della retrocessione. Ekdal invece arrivò nel 2010 dalla Juventus e non sfigurò. Come trequartista troviamo Svanberg. Il giocatore è stato acquistato nell’estate del 2018 e ha dimostrato delle ottime qualità, soprattutto sul lungo periodo.

Davanti l’idolo Andersson e Jesper Karlsson

Kennet arrivò a Bologna nel 1996 e disputò quattro stagioni sotto le Due Torri. Segnò 38 gol in 141 presenze, ma la sua importanza era data soprattutto dal gioco di sponda, che sapeva fare molto bene. Anche lui, col passare degli anni, divenne un idolo per la tifoseria rossoblù. Ancora oggi, quando torna in città, il calore dei suoi ex tifosi si fa sentire parecchio.

Il suo partner d’attacco sarebbe Jesper Karlsson. Arrivato la scorsa estate con grandi aspettative, non è riuscito a esprimersi al meglio, a causa di qualche infortunio e della scarsa intesa con Motta. Il suo obbiettivo ora è quello di guadagnarsi un posto con Vincenzo Italiano, per poter mostrare finalmente le sue qualità.

Fonte: Davide Centonze, Più Stadio

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv