Seguici su

Calcio

Forse non tutti sanno che… – La storia di Sabrina Wittmann

La Wittmann è la prima allenatrice donna a guidare una squadra professionistica maschile tedesca

Pubblicato

il

Sabrina Wittmann allenatrice Ingolstadt
Sabrina Wittmann, allenatrice dell'Ingolstadt (©FC Ingolstadt)

Torna la rubrica che racconta curiosità, aneddoti e fatti strani inerenti al mondo dello sport. Nella prima puntata ecco la storia di Sabrina Wittmann.

Dalla Germania arriva una notizia che ha già fatto la storia del paese e del calcio in generale. Per la prima volta, infatti, una donna è alla guida di una squadra professionistica maschile tedesca: si tratta di Sabrina Wittmann, giovane allenatrice 32enne dell’FC Ingolstadt 04 (squadra di calcio dell’omonima cittadina della Baviera).

L’Ingolstadt, come viene abbreviato, milita in 3. Liga, la terza divisione del campionato di calcio tedesco (paragonabile, per intenderci, alla nostra Serie C). Nella corso della sua esistenza, tuttavia, il club ha anche collezionato alcune presenze in Bundesliga: la partecipazione più recente risale alle stagioni 2015/2016 e 2016/2017, anno al termine del quale la squadra rossonera retrocesse in 2. Bundesliga e in seguito in 3. Liga.

Sabrina Wittmann è passata da ct ad interim a prima allenatrice in breve tempo

La Wittmann, che è stata di recente confermata alla guida tecnica della squadra dopo un periodo in cui ha ricoperto tale ruolo ad interim, sta facendo un ottimo lavoro sulla panchina dei draghi. In quattro match ha collezionato due vittorie e due pareggi, rimanendo fino a questo momento imbattuta. L’Ingolstadt ha inoltre conquistato la Coppa bavarese regionale, titolo che vale la qualificazione alla Coppa di Germania della prossima stagione.

«Quando a maggio ho assunto ad interim la prima squadra, speravo che non sarebbe stata solo un’avventura breve. In ogni momento che ho passato con la squadra, il mio desiderio di poter rimanere a lungo in questa posizione è diventato più forte» sono state le sue parole (riportate dal The Guardian e dalla pagina Labodif).

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

adv
adv

Facebook

adv