Seguici su

Motor Valley

Ana Carrasco inizia il suo 2024 nel TCR spagnolo in vista del Mondiale femminile

Pubblicato

il

TRC Spain


Ana Carrasco ormai può essere considerata una protagonista nel mondo delle due ruote. La pilota spagnola ha conquistato il titolo mondiale in SSP300 nel 2018, la prima donna a riuscirci e ad oggi l’unica, oltre ad aver preso parte ad alcune stagioni nel motomondiale che le hanno arricchito il palmares e l’esperienza. Come ogni pilota però la voglia di mettersi alla prova, vivendo la propria passione, è molta e per questo Ana ha deciso di salire in macchina e partecipare alla TCR CUP spagnola.

Dalla sella al volante

Vedere piloti di moto correre in auto e viceversa è sempre curioso. Per ragioni ovvie solitamente i piloti che passano dalle due alle quattro ruote, sono portati ad essere più a loro agio di chi compie il tentativo inverso, a meno che non ci sia un background motociclistico coltivato nei primi anni di vita. Molti rider si sono ritrovati ad andare forte ed essere competitivi nelle corse a quattro ruote, soprattutto con le macchine da GT o Touring. In fondo il fattore comune tra i due sport è proprio la velocità, che poi ci siano due ruote in più o meno poco importa, basta andare veloce e percepire l’adrenalina correre sulla propria pelle.

Ana Carrasco ha deciso di concedersi delle avventure extra moto nel suo inverno di preparazione in vista della stagione 2024. La 26enne ha deciso di dare sfogo alla sua passione per i motori anche nelle corse in auto. Questo weekend appena trascorso si sono chiuse le Winter Series del Campionato TCR in Spagna. Due tappe, prima a Jerez De La Frontera e poi a Valencia con quattro gare totali. Ana ha corso per il Team Motor Club Sabadell su una Peugeot 308 Cup affiancata da un’altra ragazza Sandra Gomez Rodriguez. Le due sono state impegnate nella TCR Cup e Ana ha dimostrato di essere molto veloce in tutti gli appuntamenti.

A Jerez e Valencia sempre a podio nella TCR Cup

Tra il Circuito dedicato ad Angel Nieto e il Ricardo Tormo, che solitamente è abituata a percorrere in moto, si è ben destreggiata anche seduta dietro un volante portando a casa quattro podi. Già nel primo appuntamento in Andalusia si è trovata a suo agio con la Peugeot 308 Cup che portava il suo #22 e nella prima gara ha raccolto un secondo posto di categoria. Nell’altra manche una pioggia torrenziale si è abbattuta sulla pista e sull’asfalto bagnato Ana è riuscita a strappare un terzo posto, partendo dalla pole position grazie alla regola della griglia invertita. Non male considerando che si trattava del suo esordio assoluto in una competizione automobilistica.

A Valencia ha ripreso da dove aveva lasciato e su un altro tracciato che conosce a memoria è salita due volte sul terzo gradino del podio. Questo le ha permesso di posizionarsi seconda nella classifica generale dietro al vincitore della TCR Cup Santiago Castilla Salinero.

Ana Carrasco in azione nel TCR Spain a Valencia – Credits to TCR Spain

In preparazione per il Mondiale Femminile 

Un bell’avvio di stagione per la campionessa spagnola che ora può tornare a concentrarsi sulle due ruote e sulla preparazione effettiva per il Mondiale Femminile che inizierà a giugno. Il tempo a disposizione c’è e questo garantirà ad Ana di arrivare pronta per la prima competizione mondiale tutta al femminile. Nel neonato campionato Carrasco correrà con il Team Evan Bros di Ravenna. La squadra romagnola è un vanto del territorio, contando ben quattro mondiali Supersport tra piloti e team con Krummenacher nel 2019 e Andrea Locatelli nel 2020.

L’accoppiata arriva con i favori del pronostico per contendersi la vittoria del FIM Women Motorcycling World Championship, per inseguire la storia e scrivere altre pagine di motociclismo insieme. La competizione non sarà facile perché vista l’entry list del campionato, sono state selezionate tutte le migliori interpreti a livello mondiale, ma Ana ha l’esperienza giusta e sa come si vince. Si farà trovare pronta per lottare su ogni pista, senza mai mollare di un centimetro, come ha sempre fatto.

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *