Seguici su

Motor Valley

WEC, Qatar | Ferrari #83 quinta dietro la tripletta Porsche. 15a Lamborghini. Ferrari e Iron Dames in top ten tra le LMGT3. La classifica finale.

Pubblicato

il

x.com Ferrari Hypercar


È andata in archivio la 1812 Km del Qatar, con la prima vittoria nel WEC della Porsche, che ha colto un’incredibile tripletta grazie alla numero 6 del Team Penske guidata da Andrè Lotterer, Laurens Vanthoor e Kévin Estre, che è giunta davanti alla Porsche numero 12 e alla Porsche numero 5, le quali hanno goduto del rallentamento della Peugeot numero 93, che ha rallentato all’ultimo giro. Quarta la Cadillac numero 2 con telaio Dallara, davanti alla Ferrari AFCorse numero 83 di Robert Kubica, Ye Yifei e Robert Shwartzman, staccata di due giri dalla vetta. Ottava la Ferrari 499 P numero 50 (Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen), mentre ha terminato fuori dai primi dieci la numero 51 di Maranello (Alessandro Pier Guidi, Antonio Giovinazzi, James Calado). Corsa complessa per la Lamborghini SC63 numero 63 (Daniil Kvyat, Mirko Bortolotti, Edoardo Mortara), chiusa al quindicesimo posto, dietro alla BMW M numero 20, dodicesima, ma davanti alla numero 15 della casa bavarese, anch’essa basata su telaio Dallara.

Era iniziata bene la gara della Ferrari numero 50 grazie alla partenza di Miguel Molina, che dalla quarta posizione era riuscito a salire fino alla prima posizione dopo poche centinaia di metri. In occasione di un pit-stop il suo taglio della linea di ingresso in corsia box è costato al suo equipaggio un drive-through di penalità e da lì non è riuscita a riprendere il ritmo, riuscendo comunque ad agguantare la top ten. Problemi anche per la vettura gemella, con la numero 51 che è stata costretta ad un lungo pit-stop nella prima parte di gara per reinstallare l’ala posteriore alla vettura, persa a causa di un contatto con una McLaren durante un doppiaggio, che ha costretto i meccanici a sostituire anche il cofano motore. Nell’ultima mezz’ora di gara poi, un drive-through comminato dalla direzione gara per una manovra azzardata nei confronti della Porsche numero 99 di James Calado avvenuto al termine della nona ora ha spento ogni ulteriore velleità di migliorare la propria situazione, facendo perdere alla rossa alcune posizioni. Il debutto della terza 499 P in livrea gialla è stato tutto sommato positivo, ma anche la numero 83 è stata costretta alla sostituzione della parte posteriore a causa di un piccolo incidente durante un doppiaggio.

In casa Lamborghini, l’esordio della SC63 è stato caratterizzato dall’inevitabile necessità di apprendistato per una vettura giovane, con un equipaggio e un team alla prima gara nella massima categoria endurance. Durante la settima ora ci sono stati momenti concitati per un possibile problema alla parte posteriore e dopo la sosta la numero 63 è riuscita a proseguire, guadagnando posizioni nell’ultima ora di gara a causa di problemi alla BMW numero 15 e alla Porsche numero 38.

Nella classe LMGT3, conquistata dalla Porsche numero 92, è da sottolineare la buona prima gara di Valentino Rossi sulla BMW M4 numero 46 del Team WRT, che ha chiuso quarto davanti alla Ferrari 296 GT3 numero 54. Settima l’altra GT del Cavallino, che ha terminato la gara davanti alla Lamborghini Huracán GT3 EVO2 numero 85 delle Iron Dames. Dodicesima la seconda vettura del Toro: dopo un inizio difficile, la numero 60 del Toro ha recuperato terreno grazie alle prestazioni di Matteo Cressoni e del pilota factory Franck Perera.

Il prossimo appuntamento del World Endurance Championship è in programma per il weekend del 19-21 aprile, quando la rassegna iridata farà tappa per la prima volta nella sua storia nella Motor Valley, all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari per la 6 Ore di Imola.

1812 Km del Qatar, la classifica finale

POS. N. TEAM AUTO CLASSE NOTE
1
6 Porsche Penske Motorsport Porsche 963 Hypercar  
Andrè Lotterer, Laurens Vanthoor, Kévin Estre
2
12 Hertz Team Jota Porsche 963 Hypercar  
Will Stevens, Norman Nato, Callum Ilott
3
5 Porsche Penske Motorsport Porsche 963 Hypercar  
Michael Christensen, Matt Campbell, Frédéric Makowiecki
4
2 Cadillac Racing Cadillac V-Series.R Hypercar  
Earl Bamber, Alex Lynn, Sebastien Bourdais, Alex Palou
5
83 AF Corse Ferrari 499P Hypercar  
Robert Kubica, Ye Yifei, Robert Shwartzman
6
9 Toyota Gazoo Racing Toyota GR010 Hybrid Hypercar  
Sébastien Buemi, Brendon Hartley, Ryō Hirakawa
7
93 Peugeot TotalEnergies Peugeot 9X8 Hypercar  
Nico Müller, Jean-Éric Vergne, Mikkel Jensen
8
50 Ferrari AF Corse Ferrari 499P Hypercar  
Antonio Fuoco, Miguel Molina, Nicklas Nielsen
9
35 Alpine Endurance Team Alpine A424 Hypercar  
Paul-Loup Chatin, Ferdinand Habsburg, Charles Milesi
10
8 Toyota Gazoo Racing Toyota GR010 Hybrid Hypercar  
Sébastien Buemi, Brendon Hartley, Ryō Hirakawa
11
99 Proton Competition Porsche 963 Hypercar  
Julien Andlauer, Harry Tincknell, Neel Jani
12
20 BMW M Team WRT BMW M Hybrid V8 Hypercar  
Sheldon Van Der Linde, Robin Frijns, René Rast
13
36 Alpine Endurance Team Alpine A424 Hypercar  
Mick Schumacher, Nicolas Lapierre, Matthieu Vaxivière
14
51 Ferrari AF Corse Ferrari 499P Hypercar  
Alessandro Pier Guidi, Antonio Giovinazzi, James Calado
15
63 Lamborghini Iron Lynx Lamborghini SC63 Hypercar  
Daniil Kvyat, Mirko Bortolotti, Edoardo Mortara
16
15 BMW M Team WRT BMW M Hybrid V8 Hypercar  
Dries Vanthoor, Raffaele Marciello, Marco Wittman
17
94 Peugeot TotalEnergies Peugeot 9X8 Hypercar  
Paul di Resta, Loïc Duval, Stoffel Vandoorne
18
92 Manthey PureRxcing Porsche 911 GT3 R (992) LMGT3  
Klaus Bachler, Joel Sturm, Aliaksandr Malykhin
19
27 Heart of Racing Team Aston Martin Vantage GT3 LMGT3  
Daniel Mancinelli, Alex Riberas, Ian James
20
777 D’Station Racing Aston Martin Vantage GT3 LMGT3  
Marco Sørensen, Erwan Bastard, Clément Mateu, Satoshi Hoshino
21
46 Team WRT BMW M4 GT3 LMGT3  
Valentino Rossi, Maxime Martin, Ahmad Al Harthy
22
54 Vista AF Corse Ferrari 296 GT3 LMGT3  
Francesco Castellacci, Thomas Flohr, Davide Rigon
23
31 Team WRT BMW M4 GT3 LMGT3  
Augusto Farfus, Sean Gelael, Darren Leung
24
55 Vista AF Corse Ferrari 296 GT3 LMGT3  
François Heriau, Simon Mann, Alessio Rovera
25
85 Iron Dames Lamborghini Huracán GT3 LMGT3  
Michelle Gatting, Doriane Pin, Sarah Bovy
26
88 Proton Competition Ford Mustang GT3 LMGT3  
Dennis Olsen, Mikkel O. Pedersen, Giorgio Roda
27
82 TF Sport Chevrolet Corvette Z06 GT3.R LMGT3  
Daniel Juncadella, Sébastien Baud, Hiroshi Koizumi
28
77 Proton Competition Ford Mustang GT3 LMGT3  
Ben Barker, Zacharie Robichon, Ryan Hardwick
29
60 Iron Lynx Lamborghini Huracán GT3 LMGT3  
Franck Perera, Matteo Cressoni, Claudio Schiavoni
30
95 United Autosports McLaren 720S GT3 Evo LMGT3  
Marino Satō, Nico Pino, Josh Caygill, Hiroshi Hamaguchi
31
59 United Autosports McLaren 720S GT3 Evo LMGT3  
Grégoire Saucy, Nicolas Costa, James Cottingham
32
91 Manthey EMA Porsche 911 GT3 R (992) LMGT3  
Richard Lietz, Morris Schuring, Yasser Shahin
33
87 Akkodis ASP Team Lexus RC F GT3 LMGT3  
José María López, Esteban Masson, Takeshi Kimura
34
38 Hertz Team Jota Porsche 963 Hypercar  
Oliver Rasmussen, Philip Hanson, Jenson Button
35
78 Akkodis ASP Team Lexus RC F GT3 LMGT3 Rit.
Kelvin van der Linde, Timur Boguslavskiy, Arnold Robin
36
81 TF Sport Chevrolet Corvette Z06 GT3.R LMGT3 Rit.
Charlie Eastwood, Rui Andrade, Tom van Rompuy
37
11 Isotta Fraschini Isotta Fraschini Tipo6-C Hypercar Rit.
Carl Wattana Bennett, Jean-Karl Vernay, Antonio Serravalle

Continua a leggere le notizie di 1000 Cuori Rossoblu e segui la nostra pagina Facebook

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *