Alessandro Ramagli Alessandro Ramagli

Coach Ramagli presenta la partita contro Varese - 21 apr

Scritto da  Apr 21, 2018

"Varese sarà un avversario tostissimo, una compagine che si presenta con il miglior score, dopo Milano, nelle ultime giornate di campionato" esordisce così coach Ramagli nella consueta conferenza di vigilia del sabato.

Ha poi continuato esaltando i lombardi: "hanno vinto recentemente ad Avellino e Cantù, sono stati abili nel costruire una squadra che rispondesse alle esigenze dell'allenatore, decidendo di cambiare molto e con coraggio, ma rispettando le idee cestistiche che sin dall'inizio volevano perseguire".

"Mi aspetto una squadra che ci pressi sin dall'inizio, consapevole del fatto che non potremo contare su due esterninper noi importanti. Alzeranno molto la pressione difensiva, saranno aggressivi e ci metteranno le mani addosso".

Qui Virtus. "Giocheremo la tredicesima partita ufficiale del girone di ritorno, ma effettivamente al completo ne abbiamo giocate solamente due. È sicuramente un momento molto lungo, difficile al quale penso abbiamo saputo rispondere bene riuscendo ad arginare i momenti di grande emergenza, confermati dal nostro score di 9 vittorie e 8 sconfitte"

"Mi sembra una pessima abitudine quella di parlare di cose che non riguardano il campo il giorno prima della partita, se verrò chiamato in causa per dare la mia consulenza lo farò sicuramente, e la società lo sa benissimo".

"Dovremo far fronte alle defezioni che abbiamo, sono e saranno tutti importanti ma non credo che un giovane (Jurkatamm) che viene da un mese di infortunio possa essere determinante, anche se avremo bisogno dell'aiuto di tutti".

Capitolo Umeh. Intervenuto prima del coach bianconero, il Dott. Amato ha illustrato le condizioni della guardia nigeriana: "Michael presenta un'infezione batterica, causata probabilmente da uno staffilococco. Attualmente lo abbiamo ricoverato per precauzione, sottoponendolo a cure antibiotiche alle quali sta rispondendo bene. Solo la prossima settimana potremo stabilire meglio i tempi di recupero".

Ultima modifica il Sabato, 21 Aprile 2018 19:05