È della F il derby virtuale targato Covid-19: 129-95, ma entrerà negli annali?

Scritto da  Alberto Aghakhan Apr 17, 2020

Benvenuti! L’attesissima ora del derby di Bologna è finalmente giunta, ma data l’emergenza Coronavirus si giocherà… online! Sul parquet virtuale si sfidano la Virtus di Filippo Malossi (speaker e voce di Radio 108) e la Fortitudo di Giorgio Manna (giovane cestista classe 2004) sul videogame NBA 2k19. La Fossa dei Leoni entra a palazzo più carica che mai, in cerca di riscatto dopo l’umiliante derby natalizio.

Si parte a ritmi sostenuti! Inizio punto a punto, ma le aquile allungano di 7 punti con un super Leunen (come non si vedeva da un pezzo…). La Virtus fa fatica ad ingranare e solo in campo aperto trova punti preziosi per rimanere in scia ai rivali. Il dominio fortitudino si concretizza fino al 32-16, e doveroso time-out tecnico, poi la rimonta firmata Milos Teodosic e Stefan Markovic riportano a meno otto le Vu nere alla fine del primo quarto.

L’equilibrio comunque rimane nel secondo quarto e un super Teodosic accorcia le distanze, ma la Fortitudo riesce ad allungare ancora una volta grazie ad un intenso gioco di squadra. Markovic con una folata riporta la squadra al meno 6 e nuovo time-out, questa volta per la Fortitudo. Dyson all’esordio assoluto riporta a più 8 il vantaggio biancoblu, sta giocando veramente bene stasera! Ancora Leunen allunga e di nuovo Dyson porta sul +11 la Fortitudo all’intervallo lungo. Serata decisamente negativa per Hunter e Aradori, nota lieta la rivelazione Dellosto.

Proprio Aradori trova i primi punti della sua partita ad inizio terzo quarto, e nuovo time-out bianconero sul -10, ma lo svantaggio è destinato ad aumentare. Ritmi alti da ambo le parti, e di nuovo 14 punti di scarto a fine terzo quarto (91-77, record incredibile di punti!).

La partita ormai sembra segnata nell’ultimo quarto, il divario cresce inesorabilmente e la Virtus alza bandiera bianca, sbandando vistosamente fino al -21. La Fortitudo cala i ritmi e controlla il campo, giocando col cronometro, mentre Teodosic accusa la stanchezza e, carico di falli, è costretto a giocare col freno a mano. Una lenta agonia accompagna il finale, in cui i biancoblu continuano a segnare a raffica.

Al fischio finale è +36 Fortitudo (129-95), ribaltato il risultato dell’andata! Comincia la festa della Fossa e gli sfottò dagli spalti continuano. Sims nominato mvp del match, statistiche impietose per i giocatori bianconeri (eccetto Milos Teodosic)!

Ultima modifica il Venerdì, 17 Aprile 2020 20:09