Trofeo della Coppa Italia Trofeo della Coppa Italia static.fanpage.it

Il Corriere - Coppa Italia: nel nuovo format fuori la Serie C

Scritto da  Mag 06, 2021

 

 

Novità in arrivo per la Coppa Italia. Durante il Consiglio di Lega che si è tenuto ieri, è stato creato un nuovo format del torneo per la prossima stagione: a differenza delle 78 squadre che fino ad oggi hanno caratterizzato la competizione, dalla prossima edizione parteciperanno solo 40 squadre (20 club di serie A e 20 di B), escludendo la Serie C. L'inizio è fissato per il prossimo 15 agosto e in questa data scenderanno in campo subito 12 squadre di A (in genere le big iniziavano mesi dopo).

La nuova formula avrebbe l’obiettivo di valorizzare il torneo e creare da subito sfide che siano appetibili per le televisioni, anche se per qualcuno è un’altra prevaricazione del calcio d’elite, come dichiarato dal presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli: "Questa decisione non solo viola diritti consolidati, ma è espressione di una concezione elitaria del calcio". Per lunedì, il presidente Ghirelli ha convocato il Consiglio direttivo della Lega Pro, che adotterà ogni iniziativa per tutelare i diritti delle proprie squadre e salvaguardare "una cultura del calcio che sia rispettosa dei valori più autentici dello sport".

Protesta, quindi, la Serie C che negli ultimi anni era riuscita a regalare qualche bella storia, come l’Alessadria in semifinale contro il Milan, nel 2015-2016, o il Pordenone che costrinse l’Inter ai rigori agli ottavi, nel 2017.

Tra le altre decisioni, la serie A chiederà alla Figc di modificare il format del campionato Primavera 1 TIM, salendo a 18 squadre, rispetto le attuali 16. Poi, la Lega ha stabilito anche le date del prossimo campionato di Serie A, dal 22 agosto '21 al 22 maggio '22, con la pausa natalizia dal 23 dicembre al 6 gennaio. Le date sono in attesa di un ulteriore passaggio in Consiglio Figc, quindi ancora non sono ufficializzate.

 

Fonte: Il Corriere

Ultima modifica il Giovedì, 06 Maggio 2021 08:32
Matteo Linarello

Studio Scienze della Comunicazione, gioco a baseball da quando ero “cinno” e possiedo una fede multi-sportiva legata alla mia città: Bologna.
Mi piace lo sport in tutte le sue angolazioni: vederlo, praticarlo e raccontarlo.