Top & Flop di Inter vs Bologna - 6 Apr

Scritto da  Stefano Brunetti Apr 06, 2014

TOP & FLOP

TOP

Curci: il rigore parato sul finale pesa come un macigno: non si lascia ipnotizzare da Milito, vincendo la sfida dagli undici metri. Totalmente incolpevole sui due goal di Icardi, diventa l’ uomo-partita grazie al penalty sventato, un gesto tecnico di un importanza immensa, tale da cancellare in un attimo i tanti errori commessi nel recento passato voto 7 più

Konè: col greco in campo è decisamente tutta un’altra storia: con la fascia da capitano al braccio ( determinata da un Perez stranamente in panchina) sfodera una prestazione a dir poco maestosa, da vero leader e condottiero di un vascello prima alla deriva. Il goal del definitivo pareggio, da vero opportunista d’area di rigore, non è stata che la giusta conclusione di una partita, la sua, praticamente perfetta: dopo un lungo mese passato ai box, Panagiotis è finalmente tornato. Servirà la sua classe e soprattutto i suoi goal ( quinto stagionale, capocannoniere assoluto della rosa) per centrare quell’obiettivo arduo e ancora lontano dall’essere raggiunto, conosciuto dai più come “ salvezza”. Bentornato Pana voto 7

Pazienza: secondo goal stagionale, per il primo e provvisorio pareggio: un missile rasoterra forse deviato, da fuori area, capace di ingannare il pur bravo Handanovic. Che dire, finalmente l’ex Napoli e Juve, dopo tanto tempo, è tra i promossi del match e non tra quelli in castigo: ad una squadra col problema del goal come questo Bologna, le reti dei suoi centrocampisti ( finora decisamente poche, fedeli d’altronde al trend generale dell’intera rosa) serviranno in effetti come l’ossigeno, per continuare a respirare nelle zone basse della classifica. voto 6,5

 FLOP

Difesa: Garics e Curci a parte, la retroguardia non passa decisamente una bel sabato sera, anche per colpa di un Icardi scatenato: in affanno sia Natali che Mantovani, spesso in ritardo, decisamente meglio Antonsson. Domanda: siamo tutti sicuri che l’assetto a 3 ( con i due esterni a fare i laterali di centrocampo) sia la miglior soluzione per il reparto difensivo? Voto 5,5

L’errore di Acquafresca: nulla contro il buon Robert, ma un goal così non lo puoi proprio sbagliare. Un azione rocambolesca, come del resto l’intera partita, senza lieto fine: peccato, perché la rete sarebbe stata importante non solo in un’ ottica di classifica, ma anche nel rilanciare un attaccante in crisi di goal e d’identità come l’italo-polacco. Sarà per la prossima volta ( anche se le occasioni, ormai, cominciano a svanire una dietro l’altra…)voto 4

L’atteggiamento dei cronisti Sky: con tutto il rispetto… ma che partita han visto? Passi il tifo spudorato per i nerazzurri ( cosa ormai abituale, il fatto di tenere per la grande squadre), ma arrivare a dire che il Bologna è stato aiutato dall’arbitro ed ha avuto fortuna nel portare a casa il pareggio, sa di ragionamento in chiara malafede. Bravo Ballardini a ribellarsi nel post-partita: molto apprezzato da tutto il mondo felsineo il suo rifiuto dal farsi intervistare dagli inviati dell’emittente. Certi personaggi devono cominciare a capire che non esistono solo quelle tre o quattro a disputare il campionato. Voto 0 ( non c’è limite al peggio)

Ultima modifica il Sabato, 27 Agosto 2016 21:59