Bologna – SPAL: le parole di De Leo nel post partita

Scritto da  Ago 30, 2019

Bologna – SPAL non è una partita normale. Infatti, non lo è stata. Il Bologna domina soprattutto nella ripresa e centra il primo successo stagionale, volando a quota 4 punti. I rossoblù sbloccano la sfida al terzo minuto di recupero. Dopo la rete annullata a Santander per fuorigioco, è Soriano a decidere le sorti di un match che sembrava stregato per gli uomini di Mihajlovic: il centrocampista svetta altissimo sul cross di Orsolini dalla destra e batte un incolpevole Berisha. Una gioia incredibile per tifosi felsinei. Un derby che nonostante il risultato con pochi gol è stato davvero avvincente. Vittoria meritata per il Bologna, che ha avuto tantissime occasioni per segnare e si è visto anche negare un calcio di rigore abbastanza evidente per un fallo di mano di Cionek. Ma la vera gioia? Sinisa Mihajlovic ancora in campo.  

Ecco le parole del collaboratore tecnico di Sinisa Mihajlovic, Emilio De Leo: “C’è stato un passo avanti rispetto la scorsa partita. La squadra sta ritrovando i ritmi e l’intensità di gioco a cui ci aveva abituato lo scorso anno. Lo sblocco del match è stato solo una conseguenza dello spirito di squadra che ogni singolo giocatore ha messo in campo. C’è stato molto rammarico al ritorno da Verona, avremo davvero voluto regalare una gioia al mister e al nostro pubblico. Oggi abbiamo rimediato e i nostri tifosi hanno dimostrato un affetto incredibile nei confronti di Sinisa. Dal punto di vista tattico non posso che parlare bene: non hanno avuto mai paura, sono stati bravi a tenersi corti. Hanno lavorato bene nelle riconquiste della palla quando la perdevano, il gioco espresso oggi incarna in pieno lo spirito sempre trasmesso e voluto dal mister. Medel? Ci ha dato subito una grossa mano. Gli abbiamo dato una serie di indicazioni tattiche, ha tanta personalità ed esperienza. E’, soprattutto, un giocatore intelligente: in breve ha captato ogni nostra richiesta. Avevamo bisogno di un giocatore che desse il giusto equilibrio al centrocampo.  Comunque, in mediana abbiamo ottimi giocatori, spesso vengono scelti in base all’andamento della settimana. Dzemaili non avrebbe retto i 90minuti, sta riprendendo il suo stato di forma, mentre Kingsley ha avuto un problemino in rifinitura. Tomiyasu? E’ bello lavorare con lui, ascolta e non perde nemmeno una nostra indicazione. Rigore? Non ho visto, mi è stato riportato. Abbiamo vinto quindi evito di rispondere. Mi sento anche di dire che saremo stati contenti anche se la partita fosse finita a reti inviolate: atteggiamento giusto e tanto coraggio nel provare cose spiegate in allenamento. Quando si costruisce tanto, si realizzerà tanto. Piano piano stiamo tornando alle vecchie abitudini; a fine partita c’era tutto lo staff dirigenziale e abbiamo ripreso a fare la solita foto post partita da postare sui social. Il mister è andato a casa perché non può stare troppo tempo con noi negli spogliatoi. Qualche giorno fa, al termine della partitina nella seduta di rifinitura, ha fatto avvicinare il gruppo e ha detto: “complimenti a tutti, ho rivisto il gruppo che voglio vedere gara dopo gara. Se questa sarà la vostra costante applicazione potete stare sereni. Il derby lo vinciamo.” A volte basta davvero poco, i ragazzi erano carichi e abbiamo vinto.”