foto SkySport foto SkySport

Il Bologna ci prova ma la Lazio è superiore: 2 a 0 all'Olimpico

Scritto da  Feb 29, 2020

ROMA - Il Bologna ci prova ma a questa Lazio basta mezz’ora nel primo tempo per spegnere le velleità rossoblù. 2 a 0 casalingo ma alla squadra di Mihajlovic vengono annullate due reti dal Var.

Il tecnico serbo ritrova Soriano e lo posiziona tra Orsolini e Barrow. Correa e Immobile, l’attacco biancoceleste, con Luis Alberto ispiratore.

Dopo neanche due minuti, sono subito i padroni di casa che hanno un’incredibile opportunità con Correa ma l’attaccante manda fuori a tu per tu con Skorupski.

Ne passano altri due e la Lazio batte un pericoloso calcio piazzato dal limite dell’area: alla battuta Luis Alberto che sfiora di poco l’infilata in rete.

Al 7’, ancora Luis Alberto cerca la via del gol dalla destra ma trova pronto Skorupski che devia in angolo.

Lazio ancora pericolosa al 12’ con Immobile che, ben imbeccato da Luis Alberto, incrocia rasoterra ma la palla esce di una ventina di centimetri dal secondo palo.

Perfetta uscita di Skorupski al 16’ su Correa che, entrato in area in dribbling, trova a opporsi il corpo del portiere rossoblù che impedisce la rete del vantaggio casalingo.

A forza di provarci, la Lazio trova poi la rete un minuto più tardi con Luis Alberto che tira dal limite un violento rasoterra che supera Skorupski in tuffo. 1 a 0 e il Bologna si trova subito sotto nel punteggio.

Al 20’, però, il Bologna potrebbe aver l’occasione di pareggiare ma Soriano, a due metri dalla porta, trova Strakosha che gli impedisce il gol. 

La Lazio non persone e al 21’ trova il raddoppio. Questa volta è Correa che, grazie anche a una deviazione di Danilo, sfrutta al meglio un assist di Luis Alberto e infila la porta rossoblù. 2 a 0 e per i rossoblù sembra si tratti di una giornata difficile.

La squadra di Mihajlovic risponde al 25’ con Barrow ma il suo tiro a giro non incontra lo specchio della porta.

Interessante manovra di transizione del Bologna al 31’ che ha come terminale Orsolini: l’attaccante cerca l’incrocio sul secondo palo ma la sfera si allarga troppo ed esce.

I rossoblù non si abbattono e proseguono alla ricerca della rete che possa riaprire la partita. È Schouten che al 33’ cerca il gol dopo un dribbling secco in area ma, ancora una volta, non viene inquadrato lo specchio della porta avversaria.

Al 35’, Strakosha deve intervenire su una pericolosa punizione, seppure defilata sulla sinistra, di Barrow che insidia l’area biancoceleste.

Al 41’ una pericolosa azione dei rossoblù viene sventata da un attento Patric in area; il Bologna è comunque vivo.

Nel minuto di recupero, c’è un corner per la squadra di Mihajlovic che però non cambia le carte in tavola e le squadre vanno negli spogliatoi.

La prima occasione del secondo tempo è di marca felsinea con Soriano che, al 47’, tira da fuori area ma il pallone viene deviato in corner. Nell’azione successiva è Orsolini che va al tiro è questa volta è bravo Strakosha a impedire in tuffo la rete.

È un buon segnale tanto che il Bologna accorcerebbe anche le distanze ma la rete di Denswil in tuffo, al 52’, viene annullata per un fallo di mano del difensore del Bologna.

Prova a cambiare le cose Mihajlovic che, al 57’ sostituisce Orsolini e Schouten con Santander e Sansone.

Incredibile occasione per la Lazio che al 62’ si invola verso Skorupski con Immobile; il laziale alza il pallone ma non inquadra la porta e il pericolo viene sventato.

Risponde nel migliore dei modi il Bologna con Tomiyasu che con un tiro al volo trova la rete. Bisogna però aspettare il Var che, per la seconda volta, annulla la rete del Bologna per un precedente e millimetrico fuorigioco di Palacio. 

Tira dalla distanza Immobile al 75’: Skorupski è pronto e para in tuffo plastico.

A dieci minuti dalla fine, Denswil tiene tre giocatori della Lazio in gioco ma è poi bravo ad intervenire sulla traiettoria e sventare l’opportunità laziale.

Nel secondo dei cinque minuti di recupero concessi da Abisso, Sansone ha sul destro una buona palla in area ma non la sfrutta a dovere.

 

LAZIO (3-5-2) - Strakosha, Patric, Luiz Felipe, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto (60’ Parolo), Jony; Correa (74’ Cataldi), Immobile (83’ Caceido). All. Simone Inzaghi

BOLOGNA (4-2-3-1) - Skorupski, Tomiyasu, Danilo (70’ Skov Olsen), Bani, Denswil; Schouten (57’ Sansone), Poli; Orsolini (57’ Santander), Soriano, Barrow; Palacio. All. Sinisa Mihajlovic 

Arbitro: Abisso di Palermo (assistenti Liberti e Bottegoni; IV uomo Robilotta; Var Rocchi, assistente Del Giovane)

Reti: 17’ Luis Alberto, 21’ Correa (L)

 

Ammoniti: 3’ Bani, 11’ Schouten, 53’ Danilo, 64’ Santander (B), 82’ Radu (L)

Ultima modifica il Sabato, 29 Febbraio 2020 17:14
Massimo Sampaolesi

Fa parte del Direttivo di 1000 Cuori Rossoblu. Si occupa di Comunicazione e ama il Bologna come se stesso. Passioni: la filosofia e la Virtus.