Sinisa Mihajlovic e Walter Sabatini Sinisa Mihajlovic e Walter Sabatini fonte immagine: Damiano Fiorentini / 1000cuorirossoblu.it

Il Resto del Carlino – Bologna, serve una svolta

Scritto da  Gabriele Lussu Set 20, 2021

Per dimenticare la figuraccia di sabato, i rossoblù dovranno fare una grande prova contro il Genoa. Una prova di carattere, personalità e maturità. Perché ciò che emerge dalla sconfitta di San Siro è il fatto che alla squadra manca ancora il giusto equilibrio, frutto di una gestione tattica sbagliata da parte di Sinisa.

Serve quindi una svolta. Se perdere in casa della squadra campione d’Italia appare quasi normale, non può più essere tuttavia tollerato un risultato simile: niente processi, ma così non va. Ed ecco che la partita di domani – contro un avversario alla portata, fermo a quota 3 punti in classifica – appare la giusta occasione per riportare entusiasmo all’ambiente e scacciare la rabbia di tifosi e società. Come spiega Massimo Vitali nel suo articolo, l’incontro tra Mihajlovic e la dirigenza ha semplicemente chiarito che d’ora in poi certi risultati non saranno più ammessi, senza mettere in discussione l’operato del ct serbo. Che deve però rivedere alcune strategie.

La scelta di essere aggressivi contro una squadra brava a ripartire come quella di Inzaghi non è infatti apparsa una buona idea. Anzi, tenendo il baricentro così alto la difesa rossoblù si è esposta per 90 minuti alle incursioni nerazzurre, risultate poi micidiali. Dopo due partite senza subire gol, merito di una filosofia più difensivista, Sinisa ha provato a cambiare strategia. Toppando clamorosamente. Da qui la necessità di trovare il giusto compromesso tra fluidità offensiva e organizzazione difensiva, tra qualità e solidità.

Con il Genoa bisogna tornare a fare bene. Giocatori e staff tecnico ne sono consapevoli. I tifosi vogliono tornare ad esultare.

 

Fonte: Il Resto del Carlino, articolo di Massimo Vitali

Ultima modifica il Lunedì, 20 Settembre 2021 10:26