The Duel - Medel vs. Ceppitelli crediti immagine: Damiano Fiorentini per 1000 cuori rossoblu

The Duel - Medel vs. Ceppitelli

Scritto da  Ott 30, 2021

Lunedì sera è già tempo di scendere di nuovo in campo.
Dopo la sconfitta al ‘Diego Armando Maradona’, la squadra di Mihajlovic tra due giorni ospiterà al Dall’Ara il Cagliari di Mazzarri.
Una partita che sulla carta vede i rossoblù favoriti, ma niente può essere dato per scontato.
I sardi sono infatti attualmente ultimi in classifica, motivo per cui tenteranno il tutto per tutto, e il Bologna potrebbe trovarsi davanti una squadra molto agguerrita. 
Una sfida, quindi, da non sottovalutare in alcun modo.
Dall’altra parte il Bologna deve riscattare la deludente prestazione di Napoli. Infatti, nonostante episodi arbitrali dubbi, i rossoblù sono parsi eccessivamente passivi giovedì sera.

Bologna-Cagliari sarà anche la sfida tra due centrali difensivi: Gary Medel e Luca Ceppitelli.
Due difensori sicuramente esperti (classe ’87 il cileno e classe ’89 il difensore del Cagliari), ma che hanno avuto un percorso di carriera totalmente diverso.
Ceppitelli è a Cagliari dal 2014 e con il club sardo ha collezionato finora 163 presenze, ed è quindi un veterano di questa squadra; può giocare sia in una difesa a tre sia in una difesa a quattro.
Il cileno dà il meglio di sé nella linea a tre, ma come si è visto si adatta bene anche in una difesa a quattro, ed eventualmente lo si può vedere anche a centrocampo.

La differenza principale tra i due riguarda i duelli aerei, Ceppitelli in questo è molto abile, e infatti ha una media di 1,3 duelli aerei vinti a partita, grazie anche alla sua elevata statura (186 cm); in questo, invece, il cileno non eccelle (media di 0,7 duelli aerei vinti per gara).
Tuttavia, a parte questa caratteristica, Medel non ha nulla da invidiare al centrale del Cagliari.

Il cileno è un difensore di grande tenacia e forza, abituato a metterci sempre la giusta grinta, che a volte può portarlo ad essere un po’ irruento e fargli prendere qualche giallo (anche se finora ne ha rimediati solo 3 giocando quasi tutte le partite, con una media di 1,1 falli a partita).
Dall’altra parte, Ceppitelli è un difensore un po’ più tecnico e dal piede più educato, e infatti ha una media inferiore di falli a gara (0,7), per un totale di un solo cartellino giallo rimediato in questo avvio di campionato. E’ abile anche nell’impostare le azioni.

Medel eccelle sicuramente nell’intercettare la palla, e anche nei contrasti, ma soprattutto nello spazzare le palle che troppo spesso il Bologna si è trovato a dover gestire in area di rigore. Se i rossoblù hanno trovato un assetto difensivo stabile, molto lo devono al cileno.
Dal canto suo, Ceppitelli riesce meglio quando si tratta di dover semplicemente respingere i palloni.

Tutti e due, se possono, prediligono i lanci lunghi, soprattutto Medel, con una media di 4,4 passaggi lunghi per gara. 
Questo anche perché sanno essere entrambi molto precisi quando si tratta di passaggi (90% di precisione per il cileno, circa 85% per il centrale del Cagliari).

Nessuno dei due ha particolarmente il gol addosso, basti pensare che per esempio dal 2014 Medel ha segnato solo 2 reti. Ceppitelli negli ultimi 7 anni ne ha segnati 8, che sono comunque di più ma non è un numero particolarmente elevato (pur non giocando tutte le gare).

Insomma, Bologna-Cagliari si preannuncia una sfida molto calda e sentita.
Nessuno dei due può concedersi passi falsi: il Bologna per tentare di restare agganciato alla parte sinistra, il Cagliari per non rimanere invischiato nella lotta per la retrocessione.

(Fonte: Whoscored)

Deborah Carboni

Aspirante giornalista sportiva con il Bologna nel cuore. Studentessa di Scienze della Comunicazione.